Pause dimezzate. I Cobas proclamano cinque giornate sciopero alla Fca Plastics di Atessa

Il sindacato Cobas ha proclamato un nuovo sciopero, stavolta di cinque giorni, sugli straordinari e recuperi produttivi alla Fca Plastics Unit di Atessa (Ch) che produce serbatoi e plance per il furgone Ducato della Sevel. L'astensione dal lavoro è stata decisa per venerdì 26 aprile su tutti i turni; poi, per lo straordinario, le date fissate sono sabato 27 aprile, per il turno che va dalle 6 alle 14, e domenica 5 maggio, turno 22-6. Per il recupero invece sciopero domenica 28, turno 22-6, e sabato 4 maggio, turno 6-14.

In una nota il sindacato contesta "l'attegiamento  padronale di Fca e lo sfrenato servilismo di alcune sigle sindacali più rappresentative; il peggioramento delle condizioni dei dipendenti; le precarie condizioni di sicurezza e il deterioramento ambientale".  "Dopo la lotta contro il tempo per effetto degli straordinari e recuperi obbligatori (effettuando 12 giorni consecutivi), - scrive il sindacato autonomo - la spada di Damocle si abbatte sui lavoratori: la pausa viene ridotta da 20 minuti a due da 10, neanche il tempo per ottimizzare il recupero fisico, prendere un caffè, fumare una sigaretta o addirittura andare in bagno, diventato un privilegio per alcuni e non un bisogno fisiologico per altri. Intanto resta una visione il programma della fermata estiva, solo indiscrezioni, anche qui impossibilitati ad organizzarsi con i propri famigliari per le meritate vacanze".

Per quanto concerne le questioni ambientali, invece, si parla di "problema affidato in questi giorni ad una ragazzina svedese, nel vano tentativo di delegittimare queste tematiche, viste come secondarie in fabbrica. Ma siamo fortemente preoccupati del ritardo che Fca dimostra nello sviluppo di auto elettriche e a basso impatto ambientale". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 622

Condividi l'Articolo

Articoli correlati