Fossacesia. Ombreggi, il Tar dà ragione ai ricorrenti. Ma il bando comunale resta valido per gli altri

Chiusa la querelle sugli ombreggi a Fossacesia Marina (Ch). E' di ieri la pronuncia del Tar Abruzzo sul ricorso presentato da sei imprenditori balneari contro il bando del Comune, che non concedeva alcuna prelazione a chi aveva già avuto negli anni passati ombreggi in gestione.

I giudici amministrativi danno ragione ai ricorrenti, perché seppur nell’incertezza normativa, il collegio ha ritenuto prevalente l’interesse dei balneatori che hanno promosso l’azione legale. Quindi il solo gruppetto di ricorrenti potrà riprendere, per questa stagione, l'attività già svolta in passato, al contrario di quanto sostenuto dall'amministrazione del sindaco Enrico Di Giuseppantonio. 

Il Tar ha comunque dichiarato anche legittimo "il prosieguo della procedura selettiva per le altre porzioni di demanio", cioè per quelle aree, e sono circa  6-7, per le quali nessuno ha presentato ricorso. Una parte degli ombreggi, quelli per i quali è stata tirata in ballo la magistratura, quindi, non andrà al miglior offerente ma sarà assegnata a coloro che, anche con sacrificio, già negli anni scorsi hanno investito, acquistato e atteso l’arrivo dell’estate per lavorare. "Se si fanno investimenti - spiega uno degli operatori balneari tra i firmatari del ricorso al Tar - bisogna lavorare almeno 3/4 anni. Noi imprenditori, dopo aver subito la pandemia, possiamo anche morire. Non ci si improvvisa operatore turistico, occorre esperienza". 

Appreso dell’esito del ricorso, il gruppo di minoranza in Consiglio comunale, Alternativa Civica, ha scritto sulla pagina Facebook: "La mancanza del Piano Spiaggia si fa sentire! Per turisti ed imprenditori un busillis che si risolve, in attesa della decisione definitiva che il Tribunale prenderà ad ottobre. Perché non decidere prima e senza dispendio di tempo e denaro?" Sulla stessa scia i commenti dei 5Stelle. E a plaudire  per l'inizio della stagione estiva è l'associazione di promozione sociale (Aps) "I Trabocchi", che si era da subito schierata dalla parte dei balneatori che avevano fatto ricorso contro la procedura avviata dl Comune. "Il Tar- scrive il presidente Valerio Nardone - dopo lunghe e farraginose discussioni tra Regione e amministrazione comunale che non aveva concesso la proroga ai precedenti gestori degli ombreggi, ha accolto l'istanza cautelare, sospendendo i provvedimenti di diniego sulle istanze di proroga dei ricorrenti e ha dichiarato legittimo il prosieguo della procedura selettiva per le altre porzioni di demanio. Fossacesia - si legge ancora nella missiva - non può più aspettare. La gestione degli ombreggi coinvolge 200 lavoratori e garantisce il servizio di balneazione in sicurezza a circa 5.000 ospiti". Ora gli ombrelloni possono essere slargati sulla spiaggia per accogliere i bagnanti.

Linda Caravaggio

Maria Isabel Aganippe

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4180

Condividi l'Articolo