La prima edizione di "Abitare Oggi" si tenne nel lontano 1989, dal 9 al 12 novembre, e il manifesto di allora mostrava al centro l'uomo, con i suoi bisogni, le sue esigenze. Questa fu la grande intuizione di una rassegna che oggi ha siglato la 30esima edizione continuando a ritenere protagonista l'uomo, interpretando i cambiamenti e le evoluzioni che hanno attraversato e segnato questi decenni. La specializzazione resta sempre l'elemento distintivo di "Abitare Oggi", fiera dell'Edilizia e dell'Architettura che ha festeggiato un compleanno importante che testimonia la validità delle scelte operate dai vertici di Lancianofiera. Anche in questa edizione 2019 sono tre, fino al 3 marzo, le giornate incentrate sulla conoscenza e sull'approfondimento di proposte e soluzioni innovative e all'avanguardia. Sono presenti gli ordini professionali dei Geometri e Ingegneri, nonché quello dei geologi. Sono 70 gli espositori presenti, arrivati anche da fuori regione per promuovere la propria offerta, in rappresentanza di oltre 100 ditte. "E' una fiera che riserva una speciale attenzione all'ambiente e allo sviluppo eco sostenibile, la presenza di Ecolan, della Sasi, delle Energie rinnovabili, sono proprio l'esempio di questo orientamento”",  spiega il presidnete di Lancianofiera, Franco Ferrante. Prima uscita ufficiale per il consigliere regionale Nicola Campitelli (Lega) che ha tenuto a precisare di essere in Fiera in duplice veste, professionale, in quanto architetto, e istituzionale. "E' una grande soddisfazione per il nostro territorio, "Abitare Oggi" con i suoi 30 anni di esperienza ha consolidato il suo ruolo riuscendo a intercettare i cambiamenti intervenuti nel settore dell'edilizia. Ci sono espositori arrivati da altre regioni e questo rappresenta anche l'opportunità di conoscere una parte del nostro territorio particolarmente suggestiva con il mare, la montagna, i centri storici. Abitare Oggi è stata in grado di interpretare al meglio le esigenze del mercato", puntualizza Campitelli. Il sindaco di Lanciano e presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo,  ricorda che Lanciano è Polo fieristico regionale. "Ringrazio il presidente Ferrante che ha riportato i bilanci in attivo dopo un periodo piuttosto critico, ha lavorato ottimizzando le risorse, riuscendo a non deludere le aspettative di espositori e visitatori".

Dal legno ai tanti tipi di parquet, dalle scale interne ed esterne alle stufe, veri complementi di arredo, dai sistemi di sicurezza all'arredo dei bagni, dalle energie rinnovabili alla termo idraulica. Al padiglione due trionfano il bello, l'eleganza, l'originalità con alcuni pezzi di arredamento, dai soggiorni alle camere da letto, dai mobili per terrazzi e giardini ai tendaggi, dall'angolo shabby a quello del riciclo, dalle sculture ai lavori in vetro e ai dipinti. Tutto per personalizzare la propria casa, per renderla accogliente e confortevole. Un ampio spazio è riservato riservato alla corrente artistica del Bauhaus, curato dall'Università Europea del Design che da tempo è presente in fiera con lavori originali e con studi approfonditi su eventi che hanno segnato il mondo dell'arte. Uno stand ospita l'Istituto De Giorgio con lavori realizzati dagli studenti. Tra le novità di questa edizione c'è la presenza della Sasi, che ha accolto l'invito a partecipare per dare un contributo alla conoscenza di una parte di territorio, e sensibilizzare nei confronti di un bene prezioso e insostituibile come l'acqua. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 632

Condividi l'Articolo

Video correlati