Tre speleologi bloccati in grotta nel versante pescarese della Majella

Tre speleologi sono rimasti bloccati nella grotta di Risorgenza, un ramo secondario della Paritelli, nel comune di Roccamorice, alle falde della Majella pescarese.

Stando alle informazioni del Soccorso Alpino, sono rimasti all'interno della cavità per colpa di una frana, forse causata dalle piogge.

La grotta, in fase esplorativa, presenta parti strette ed allagate. I tre sono oltre un sifone, cioè un passaggio allagato, che si è riempito a circa 70 metri dall'ingresso. Attivate le commissioni Speleosubacquea e Disostruzione del Soccorso Alpino per facilitare il passaggio nelle zone allagate.

Al lavoro la XV Zona Speleo coadiuvata dalla controparte Alpina. Allertati i mezzi del 118. Presenti sul posto, di supporto, i vigili del fuoco del comando provinciale di Pescara e del distaccamento di Alanno. Costantemente informato anche il sindaco di Roccamorice, Alessandro D'Ascanio, che sta raggiungendo il luogo.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO 

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nella foto una grotta della Majella

totale visualizzazioni: 829

Condividi l'Articolo