Lanciano. Tutti in campo per Serena, che una improvvisa malattia ha bloccato su una carrozzina
GUARDA LE FOTO

In campo per Serena. Anche se lei è inchiodata ad una carrozzina. E forse non sente, ma qualcosa pur percepisce. Per starle accanto con ciò che ama, la pallavolo, i suoi amici hanno dato vita a “Una schiacciata per Serena”, un torneo di volleyball misto, che nasce per ricordare l’impegno e la dedizione con cui Serena Di Menno di Bucchianico, di Lanciano (Ch), si dedicava alla pratica del suo sport del cuore.

Da 11 anni, la giovane, che di anni ne ha 33, vive in uno stato semivegetativo (o di minima coscienza) fra l’affetto della madre Nicoletta, le premure del padre Carlo e del fratello Simone. Nel 2012 venne colpita da una grave malattia: “Il nostro calvario è iniziato il 23 maggio con una forte febbre. Il primo giugno è cambiata definitivamente la nostra vita. Per la febbre i medici le danno del cortisone. Da Milano Serena torna a casa con le proprie gambe. Ma dopo tre giorni entra in coma e solo dopo questo evento a Pescara hanno accertato il morbillo quale causa scatenante del coma”, ci racconta la madre. Serena studiava architettura al Politecnico di Milano, tifosissima del Milan, stava in curva Sud a San Siro.

I suoi amici hanno dato vita alla onlus “Insieme x Serena” per ricordare la grande passione per lo sport che la animava. “il nostro impegno – scrivono gli amici della ragazza - oltre all’aspetto sociale, si prodiga in quello sportivo, ed è e sarà sempre quello di diffondere lo spirito che la animava tra i tanti ragazzi e ragazze che vogliono vivere questa disciplina".

Il torneo è alla seconda edizione. “Lo scorso anno - viene ancora fatto presente - hanno risposto oltre 50 ex atleti amici di Serena e della pallavolo, varie aziende che ci hanno aiutato con le spese di organizzazione; il Comune di Lanciano per le strutture sportive, arbitri ed allenatori, il numeroso pubblico, e le tante menzioni su social media ad elogio di quanto organizzato". Per l’occasione la Onlus è riuscita a donare sei fasciatoi al reparto di Pediatria infantile dell’ospedale "Renzetti" di Lanciano, oltre a far vivere una bella giornata di sport riportando tanti amici insieme con Serena su un campo di volley.

"Quest'anno - viene rimarcato - abbiamo deciso di avviare una campagna di raccolta fondi che verranno, quasi interamente, donati in ‘ambito sociale’ volendo essere più vicini ad associazioni quali l’Anfass e ad altre realtà che aiutano quotidianamente ragazzi diversamente abili o con problemi neurovegetativi come Serena".

Fra le squadre partecipanti, un partner importante sarà il Canadian College Italy di Lanciano che si sta prodigando nell’organizzazione dell’evento condividendo appieno le finalità che lo animano, tra l’altro presente con una propria rappresentativa alla manifestazione. Altro team sarà quello del Liceo classico “Vittorio Emanuele” di Lanciano.

Appuntamento per il torneo, che “non sarà competitivo, volendo enfatizzare al massimo la possibilità che tutti possano divertirsi giocando a pallavolo”, è per sabato 22 aprile, dalle 8.30, al palazzetto di via Masciangelo a Lanciano.

ALESSANDRO DI MATTEO

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 13582

Condividi l'Articolo