Lanciano. Aggredito durante Feste di Settembre. 'Mio figlio rischia di perdere un occhio': il racconto del padre

"Mio figlio Emuanuel Masciarelli, 17 anni, la mattina dell'apertura delle Feste di Lanciano, nel parcheggio di Largo Bianco, è stato aggredito e malmenato da sei suoi coetanei (balordi)... Se qualcuno avesse visto qualcosa mi chiami a questo numero 3203263709.  Rischia di perdere un'occhio". E' drammatico l'appello del papà su Facebook.

Erano all'incirca 5.30... "Mio figlio - racconta Davide Masciarelli, di Lanciano - ieri mattina, dopo i fuochi pirotecnici per l'apertura delle Feste di settembre, stava tornando, a piedi, a prendere il motorino: dallo slargo dove sono le giostre stava andando verso la stazione. In Largo Mario Bianco è incappato in un gruppo di giovinastri che hanno cominciato a prenderlo in giro e ad offenderlo. Lui ha risposto e questi lo hanno picchiato. Gli hanno rotto le lenti degli occhiali, andati in pezzi - dice - e il vetro gli ha tagliato la cornea dell'occhio sinistro".

Il giovane, avvertita la fidanzata,  non vedendo più e non riuscendo a trovare gli occhiali, si è fatto riaccompagnare a casa. "Aveva un dolore lancinante - prosegue il padre -. Al Pronto soccorso di Lanciano è rimasto dalle 7 di mattina fino alle 3 il pomeriggio, in un'attesa estenuante. Lo hanno sottoposto ad esami, senza alcun intervento concreto però. Un'odissea... Poi i medici ci hanno consigliato di portarlo a Pescara - prosegue -. Qui, ad Oculistica, dopo averlo visitato, hanno chiesto: "Come è possibile che va in giro da un giorno con un occhio bucato?" Lo hanno operato d'urgenza la scorsa notte".

"Finora - aggiunge Masciarelli - non abbiamo avuto tempo per sporgere denuncia, ma lo faremo domattina. Comunque dal Pronto soccorso di Pescara dovrebbe già partire la segnalazione alle forze dell'ordine. La mia famiglia si augura che nella piazzetta dove è avvenuto il fattaccio ci siano telecamere. Speriamo anche che il mio appello sui social dia i propri frutti. Mio figlio è timido e tranquillo. Ora non ci resta che sperare e pregare". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4558

Condividi l'Articolo