Atessa. Possedeva rare monete di epoca romana: 72enne nei guai
GUARDA LE FOTO

A 72 anni si caccia nei guai grazie ai social, in particolare a Facebook. 

Un pensionato di Atessa (Ch), A.M, è stato infatti denunciato alla procura della Repubblica di Lanciano (Ch), per detenzione illecita di materiale archeologico. 

L’uomo aveva pubblicato sulla piattaforma Marketplace la vendita di una moneta antica al prezzo di euro 85. L’inserzione è stata notata da un carabiniere della compagnia di Atessa,  guidata dal capitano Alfonso Venturi, che ha avviato le indagini. Il militare ha contattato il venditore, simulando un interessamento all’acquisto, e ha fissato un appuntamento. Durante l’incontro, dopo aver accertato che si trattava di una moneta antica, il carabiniere si è reso  disponibile all’acquisto di altri oggetti simili che gli sono stati mostrati dall'anziano che credeva che avrebbe concluso un buon affare. In totale sono saltate magicamente fuori nove monete antiche e una medaglietta di cui non aveva nessun titolo che ne attestasse la lecita provenienza.

Accertato il reato, il militare, dopo essersi qualificato, ha fatto faceva intervenire altri colleghi, che erano in attesa fuori dell’abitazione dell’uomo. Tutti i reperti sono stati sequestrati e consegnati alla Soprintendenza archeologica Belle Arti e Paesaggio di Chieti e Pescara che li ha classificati come originali e autentici, definendo alcuni di essi storicamente interessanti e rari, con una datazione che va dal III secolo A.C. al III secolo D.C., abbracciando varie epoche romane, dal periodo repubblicano a quello imperiale, dalla Magna Grecia passando per gli imperatori Augusto, Tiberio, Claudio, Nerone e Caligola. Il pezzo più pregiato ha inciso sopra una testa di Giove. La medaglietta, invece, è di un’epoca più recente, risale al XVII/XVIII secolo dopo Cristo, probabilmente proveniente da un ossario di una chiesa.

Sarà il Tribunale di Lanciano a stabilire la futura destinazione dei reperti che andrebbero ulteriormente studiati con l’analisi delle tracce ancora presenti, in particolare del terreno, utile per risalire al luogo di provenienza. 23 lug. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3685

Condividi l'Articolo