Parco d'Abruzzo e Salviamo l'Orso insieme a tutela del plantigrado
Buone nuove per l'orso bruno marsicano, la cui sopravvivenza è attualmente minacciata.  E' stato infatti firmato un programma di collaborazione tra il Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e l'associazione "Salviamo l'orso" nelle attività di tutela dell'animale.
L'accordo, sottoscritto dal presidente del Parco, Antonio Carrara, e dal presidente dell'associazione, Stefano Orlandini, punta a realizzare diverse attività per la salvaguardia dell'orso e per favorire un miglior stato di conservazione del plantigrado, con un occhio di riguardo alla riduzione dei rischi e dei conflitti.
"Salviamo l'orso" fornirà il proprio apporto nelle azioni di monitoraggio, nel contrasto al randagismo canino, nella messa in opera e manutenzione delle recinzioni elettrificate, nella raccolta della frutta presente nei centri abitati e nelle azioni di informazione e sensibilizzazione dei residenti e dei turisti in merito alla gestione degli orsi confidenti.
L'attività di messa in opera e manutenzione delle recinzioni elettrificate interesserà prevalentemente il territorio di Scanno e Villalago, dove da anni è presente l'orsa Gemma, ed è finalizzata a migliorare le attività di prevenzione dei danni con una presenza ed un intervento più immediato e puntuale grazie al coordinamento tra guardiaparco e volontari.
"La partnership con l'associazione - scrive in una nota il Parco - punta a sperimentare la collaborazione con una onlus, che della conservazione dell'orso bruno marsicano ha fatto la sua ragion d'essere, con l'obiettivo di un maggior coinvolgimento di soggetti non istituzionali". 
 
Il protocollo d'intesa sottoscritto ha validità di un anno dalla sottoscrizione con possibilità di ulteriore proroga. "C'è stata una richiesta di collaborazione e partecipazione che ci è venuta dal mondo dell'associazionismo, che il Parco - spiega il presidente Antonio Carrara – ha raccolto volentieri, perché questo apporto apporto può sicuramente migliorare il lavoro che quotidianamente facciamo". Orlandini aggiunge che "sia anche un riconoscimento all'azione che "Salviamo l'Orso" svolge da 5 anni, un'azione che ha sempre privilegiato un impegno concreto in favore della conservazione della specie e della sua convivenza pacifica con le popolazioni locali e le attività economiche tradizionali". 19 giugno 2017
 
Silvia Pollice
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 1858

Condividi l'Articolo