Trasporto pubblico Abruzzo. 'Bus logori e chilometri subaffidati'. Sciopero il 16 settembre

Un concorso per 55 posti per meccanici, indetto e mai espletato. Pochi mezzi in vista dell'inizio dell'anno scolastico, con il mancato arrivo di centinaia di nuovi bus, e diverse problematiche da risolvere come quella di una privatizzazione mascherata per subaffidamenti ad aziende private quasi due milioni (1.928.722) di chilometri, e che hanno portato la Filt Cgil a proclamare uno sciopero di quattro ore nell'azienda di trasporto pubblico Tua il prossimo 16 settembre.

Il segretario regionale della Filt Cgil Franco Rolandi ha fatto il punto della situazione, chiamando in causa la precedente, ma anche la nuova Giunta regionale: "Vogliamo denunciare due fatti innanzitutto gravi: lo stop del bando di selezione di 55 operai, annunciato a febbraio scorso, a ridosso delle elezioni, ma di cui ad oggi non sappiamo nulla, considerando che coloro che hanno presentato la domanda per parteciparvi, hanno anche speso 1.200 euro per conseguire la patente D. E poi i 206 bus mai arrivati. Ma nulla di tutto questo".

In particolare, sottolinea Rolandi, i nuovi bus sono "necessari per abbattere l'anzianità dei mezzi che sarebbero passati da una media di 12, anni a nove, considerando che quella europea è di 6. Nulla di tutto questo, con il rischio di vedere in strada, con l'apertura delle scuole, i bus euro 0 di vecchia generazione che per legge non potrebbero circolare dal 1 gennaio 2019. E poi - prosegue Rolandi - c'è una sorta di privatizzazione mascherata con la cessione di quasi due milioni di chilometri di percorrenza in subaffidamento a privati, senza alcuna garanzia per i lavoratori perché, nel capitolato di gara, non è previsto espressamente l'applicazione del contratto del Trasporto pubblico locale, e non è escluso che come accade per gli scuolabus, di vedere pensionati alla guida degli autobus".

Per tutti questi motivi braccia incrociae contro la politica regionale dei trasporti, "perché da cinque mesi si è insediato il nuovo governo regionale e, ad oggi, non abbiamo avuto risposte e richieste di convocazione che abbiamo sollecitato".  

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 943

Condividi l'Articolo