Dopo una serie di incontri e sopralluoghi, è stato presentato il nuovo collegamento ferroviario intermodale che metterà in relazione la Polonia con l’Abruzzo servendo in modo particolare il polo dell’automotive della Val di Sangro.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie per distributori e uffici

Apri

A conclusione di un percorso molto articolato, il Gruppo Arcese, leader in Europa nel trasporto intermodale, e il gruppo Stante Logistics, realtà attiva sin dal 2014 nell’ambito dei trasporti intermodali strada/rotaia sulla tratta Italia – Polonia, realizzaeranno nel corso dell'anno un network intermodale di primissimo livello.

Le imprese che si occuperanno della trazione ferroviaria saranno Captrain Italia e Sangritana, con grande soddisfazione del direttore amministrativo, Alberto Amoroso, che dice: "Sangritana è partner strategico nella cordata di aziende di livello internazionale che assicureranno questo nuovo servizio intermodale tra Italia e Polonia. L’azienda è pronta a mettere in campo tutti gli asset necessari: locomotive, personale, lo scalo merci di Saletti nonché le attività di ultimo miglio ferroviario nei terminal coinvolti nel progetto". Due saranno i terminal  necessari per il progetto: l’interporto d’Abruzzo di Manoppello, a Pescara, e la piattaforma logistica di Saletti particolarmente strategica per essere nel cuore del polo più importante del sud Italia per quanto riguarda l’automotive. In entrambi i terminal Sangritana effettuerà, tra l’altro, tutte le attività di manovra. "Il progetto apporterà benefici anche in termini ambientali e di traffico stradale".

L’importanza del contributo di Sangritana viene evidenziata anche da Mauro Pessano, amministratore delegato di Captrain Italia: "Captrain Italia opera come “main contractor” per tutta la vezione ferroviaria sia nazionale che estera ma sarà accompagnata da una nuova collaborazione con Sangritana, rafforzando così la decennale partnership tra le due imprese di trasporto; connubio solido e vincente grazie ad un modello di esercizio collaudato e altamente competitivo".

Le imprese ferroviarie, utilizzando locomotive elettriche di ultima generazione, trasporteranno carri ferroviari ed equipment intermodali appositamente ordinati.

L'iniziativa è stata oggetto di plauso da parte del governatore della Regione Abruzzo, Marco Marsilio il quale, nel corso dell’incontro con gli operatori a Pescara ha assicurato che: “La Regione è quotidianamente a fianco del tessuto produttivo regionale che in questa fase è impegnato ad affrontare le sfide del mercato globale in termini di competitività e di innovazione. L’incontro con i player di questo nuovo progetto di logistica integrata orientata all’automotive, e non solo, è stato particolarmente interessante ed utile per comprendere le loro esigenze in termini di asset ferroviari. Ricordo che la Regione Abruzzo ha già previsto ingenti risorse del Pnrr sia in Val di Sangro che su Manoppello affidate al commissario della Zes Mauro Miccio e si è fatta quindi trovare pronta”.

Hanno partecipato all’incontro in Regione anche il sottosegretario ai trasporti Umberto D’Annuntiis; il capogruppo di Forza Italia, Mauro Febbo; l’assessore Nicola Campitelli; il Direttore del Dipartimento Trasporti Emidio Primavera; il Responsabile della BU Cargo di Sangritana Sandro Imbastaro; il direttore commerciale di Captrain Italia Angelo Accomando; il responsabile della Divisione ferroviaria di Tua Enrico Dolfi. 21 feb. '22

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3263

Condividi l'Articolo