Sevel. Sciopero per il fine settimana anche da Fim e Usb

Non è solo la Fiom Cgil ad aver puntato i piedi. Anche la Fim Cisl e l'Usb indicono nuovi scioperi in Sevel ad Atessa (Ch) per il fine settimana.

La Rsa della Fim, nel ricordare "l'altissima adesione allo sciopero dei sabati precedenti, sintomo - afferma - del malcontento all'interno delle officine, che solo una miopia generale non riesce a comprendere, ha chiesto un incontro alla direzione per cercare soluzioni inerenti la nuova turnazione". 

"Tale richiesta - sottolinea - al momento non è stata neppure presa in considerazione, nonostante dovrebbe esserci collaborazione e partecipazione. I lavoratori meritano rispetto, visti i sacrifici che da sempre stanno facendo. C'è una gestione malsana delle risorse umane. Chiediamo, di nuovo, un adeguamento salariale che permetta di limitare il divario tra i turni e la riduzione dell'orario di lavoro nella giornata di sabato". Per queste ragioni sciopero, sabato 9 novembre, dalle 14.15 alle 22.15, e nel turno centrale, dalle 13.45 alle 16.30. 

L'Unione sindacale di base, in una nota, parla di  "importanti stravolgimenti che stanno avvenendo in Val di Sangro. A pagare il prezzo della produzione e della competitività è l'operaio, - afferma - abbandonato sempre più a se stesso, a rincorrere ritmi, carichi di lavoro e ora una nuova turnazione che non lascia più spazio per la vita personale". 

L'Usb ricorda di "aver avanzato proposte all’azienda, ed alle altre organizzazioni sindacali, completamente ignorate". Quindi braccia incrociate, "per dimostrare il proprio dissenso contro l’ennesimo atto di arroganza da parte dell’azienda e del servilismo sindacale", nel turno pomeridiano di sabato, dalle 14.15 alle 22.15, e nel turno di domenica 10 novembre, dalle 22.15 alle 05.45 del mattino seguente. 

Sciopero anche da Fiom - LEGGI QUI - sempre nel turno che va dalle 14.15 alle 22.15.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1478

Condividi l'Articolo