'I fermi produttivi di Sevel generano incertezza e perdita di posti di lavoro'

"La situazione della Val di Sangro, con i persistenti fermi produttivi dell'azienda Sevel, derivati dalla mancanza dei semiconduttori, sta generando una spirale di incertezza e continue perdite di posti di lavoro".

Amedeo Nanni, segretario interregionale Fim Cisl fa presente che "a tutto questo si aggiunge la problematica del conflitto tra Russia e Ucraina, con ripercussioni incalcolabili. In Italia in questo particolare momento storico è presente un tessuto sociale sfibrato, con la presenza di circa 6 milioni di persone che riversano in povertà assoluta e con un mercato del lavoro in estrema sofferenza".

"La nostra regione - afferma - con, in particolare, il nostro territorio, non aveva mai attraversato un momento così difficile, con dati di produzioni dell'azienda del Ducato peggiori del 2020, quando il Covid-19 ha iniziato a circolare. Questa condizione, - rimarca - non di certo è causata da mancanza di richiesta dei veicoli commerciali, ma da contesti e varianti mondiali. Siamo convinti che per superare le difficoltà attuali sia necessario iniziare a costruire le basi e non farci trovare impreparati nel momento in cui ci sarà un miglioramento della situazione attuale. A tal proposito, le infrastrutture sono fondamentali al fine di creare una realtà maggiormente attrattiva. Inoltre, il ricambio generazionale nelle aziende rappresenta un enorme criticità sociale: la priorità sono i giovani e le donne, per cui è necessario garantire loro maggiori occasioni di occupazione dignitosi. Per tali ragioni chiediamo alla politica regionale di essere maggiormente incisiva e assidua nell’impegno di miglioramento del territorio, bene comune di tutti".

Nei prossimi giorni ci sarà l’incontro tra il comitato esecutivo, composto dai sindacati, e i vertici dello stabilimento Sevel, alla presenza del nuovo direttore Paolo Accastello. "Incontro - viene sottolineato - importante per analizzare la situazione attuale ma soprattutto per definire e capire le strategie future". Verranno anche richieste assemblee per informare i lavoratori: per la Fim Cisl parteciperà il segretario nazionale con delega all’automotive Ferdinando Uliano. 10 mag. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3932

Condividi l'Articolo