Sevel. Dopo Fiom, anche Fim proclama sciopero per sabato pomeriggio

I lavoratori non coinvolti nelle scelte e neppure adeguatamente informati, i sindacati ignorati. Per queste ragioni anche la Fim Cisl proclama lo sciopero alla Sevel di Atessa (Ch) per il secondo turno ddi domani, 26 ottobre, dalle 14.15 alle 22.15. Braccia incrociate, ancora, di sabato pomeriggio per protestare contro l'entrata in vigore delle nuove turnazioni, entrate in vigore dal sette ottobre.

Ieri è stata la volta della Fiom Chieti ad indire lo sciopero; ora, a farlo, sono le Rsa Fim. Fca, agendo in linea con quanto stabilisce il contratto, ha introdotto nuove turnazioni. E non ha tenuto conto delle proposte dei sindacati, completamente snobbate, nonostante ci siano stati diversi incontri.

"Ci si aspettava - scrivono in una nota le Rsa della Fim - che le richieste avanzate nel mese di luglio, anche da altre organizzazioni sindacali, come la Uilm, come un adeguamento economico e la riduzione di orario nella giornata del sabato pomeriggio, venissero prese in considerazione". Invece, fino a questo momento, così non è stato. Ogni decisione è stata presa unilateralmente "senza nessuna condivisione, nonostante - viene sottolineato - i sacrifici fatti dai lavoratori negli ultimi anni hanno portato Sevel ad essere leader in Europa". 

Lo sciopero dello scorso sabato, del 19 ottobre, ha avuto un'ampia adesione. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2061

Condividi l'Articolo