Sevel. Nuova turnazione: c'è accordo, anche economico, tra Fca e sindacati

C'è l'accordo, tra Fca e sindacati, sulla nuova turnazione alla Sevel di Atessa (Ch). E' stato raggiunto nel primo pomeriggio di oggi in una riunione a Roma.

L'intesa avrà validità per tutto il 2020 e prevede la corresponsione di 35 euro di straordinario per il secondo turno del sabato, quello che prima non c'era e che ora è obbligatorio; il mantenimento della volontarietà sul turno di notte e il ripristino della turnazione precedente, che andava dal lunedì al venerdì, "nel momento in cui - spiegano i sindacati - dovessero venir meno le condizioni di mercato che hanno reso necessario il cambiamento".

Al tavolo nella capitale presenti le organizzazioni nazionali e dell'Abruzzo di Uilm, Fim, Fismic, Ugl e Aqcf. 

"Il riconoscimento economico - spiega Nicola Manzi, segretario generale Uilm Chieti-Pescara - sarà corrisposto aumentando di 4,37 euro l’incentivo di produttività orario, voce come noto soggetta a detassazione. Infine - aggiunge - si è definito che le parti torneranno a incontrarsi entro il mese di maggio prossimo per verificare l’adeguatezza complessiva delle decisioni adottate e anche nel tentativo di cercare soluzioni per poter uscire prima il sabato. Siamo riusciti a pattuire 35 euro anche per recuperare il ritardo con cui siamo arrivati all’accordo, a causa della sospensione del confronto dall’8 ottobre ad oggi”.

"Nel prossimo futuro - conclude Manzi - dovremo prestare la massima attenzione agli sviluppi di mercato e di investimento, poiché Psa, con cui peraltro la fusione sembra davvero prossima, nel 2021 inizierà la produzione in Polonia di circa 100.000 veicoli l’anno sulla medesima piattaforma del Ducato. Sevel purtroppo, dopo quarant’anni, non avrà più il monopolio della produzione del veicolo commerciale leggero a marchio Fiat e Peugeot in Europa".

"Nell'incontro del 2 luglio scorso - afferma invece la Fim Cisl - Fca disse ai sindacati che non ci spettava niente. Grazie al lavoro svolto da noi siamo riusciti  ad ottenere la somma di 35 euro per il turno di sabato pomeriggio, riconoscendo la specificità dei lavoratori di Sevel. Ancora una volta - conclude - questa organizzazione ha dimostrato di fare solo sindacato, il cui compito è quello di protesta, proposta, accordo e gestione". Assemblee in fabbrica sulla questione prevista per il 19 dicembre. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4942

Condividi l'Articolo