Lanciano.  Ora c'è 'Muoversi è pensare', centro di fisioterapia e riabilitazione
GUARDA LE FOTO

Attività che chiudono, attività che aprono. La crisi delle attività professionali (e commerciali) è all'ordine del giorno. C'è chi, invece, osa sfidare il vento della crisi. Costa certo aprire un’attività, costa pure rimpiangere e piangersi addosso.

Emanuela Zulli, 34 anni, di Lanciano (Ch) è una di queste. Che scommette. Prima una laurea in fisioterapia all'università di Chieti, poi un master in riabilitazione neuro-cognitiva a L'Aquila, infine… l’idea di dar vita ad una attività professionale in proprio. Oggi si mette in gioco: apre infatti la sua attività di fisioterapia e riabilitazione in città.

Perché questa scelta? "Mi metto in gioco dopo tanti anni di studi e sacrifici. Con la mia nuova attività mi affianco a quello che offre la sanità pubblica, un servizio parallelo. Una sana concorrenza fra servizi sanitari. Sarà il paziente a scegliere".
Quali obiettivi si è posta? "Innanzitutto, come lavoro, ho il dovere di ascoltare le problematiche di chi arriva in Studio. Eppoi, tramite un'analisi accurata, fornire un percorso personalizzato per pazienti che necessitano di una riabilitazione. Dopo un incidente, un intervento chirurgico, una degenza ma anche a causa di scorrette attività lavorative o di patologie degenerative (sia ortopediche che neurologiche), sia il nostro apparato muscolo- scheletrico che il nostro sistema nervoso vanno in disfunzione ed è necessario agire con terapie specifiche per cercare di ripristinare l'equilibrio. Ecco, io sono qua, pronta a riattivare un fisico che non lavora più correttamente !!".

Quali sono i servizi che è possibile trovare da lei? "La terapia fisica quindi il laser, l’ultrasuono, l’elettroterapia (tens, diadinamiche, elettrostimolazione - ndr -) poi la terapia manuale ovvero tutte quelle tecniche che prevedono l' uso delle mani del terapista quali massaggi o esercizi e c'è anche la riabilitazione neuro-cognitiva o metodo Perfetti. Ci tengo a specificare che il metodo Perfetti è considerato di elezione, ed anche conosciuto dai più, per patologie neurologiche quali ad esempio l’ictus, il morbo di Parkinson o la sclerosi multipla ma può essere ottimamente utilizzata anche per problematiche ortopediche, come ad esempio dopo una frattura o un intervento di protesi. Con questa metodica utilizzo dei "sussidi " ovvero strumenti che vengono scelti ad hoc per stimolare i processi cognitivi del paziente quali ad esempio l'attenzione e la memoria che incidono fortemente nel riattivare le funzioni motorie perse. In ogni caso ogni terapia ha un percorso individuale, quindi al centro c'è la persona, il paziente.

Sull’onda dello slogan “Muoversi è pensare” Emanuela Zulli con la sua professionalità è anche disponibile con servizi a domicilio in zona limitrofe a Lanciano.
Lo Studio di fisioterapia è in via del Verde n. 85, telefono 320-8977789. 19 ott. '23

@RIPRODUZIONE VIETATA

REDAZIONALE A PAGAMENTO

totale visualizzazioni: 2158

Condividi l'Articolo