GUARDA LE FOTO

Spunta l’ipotesi un giorno in più per la Fiera dell’agricoltura di Lanciano (Ch). E lo preannuncia, guardando al futuro, Franco Ferrante, presidente di Lancianofiera: "L’attenzione concreta degli operatori, i consensi degli espositori mi inducono a riflettere sul riconsiderare un giorno in più, il lunedì, solo la mattina, da dedicare proprio agli addetti ai lavori. Un punto sul quale rifletterò insieme ai soci, al consiglio di amministrazione, e naturalmente con dipendenti ed espositori". A bocce ferme, chiusi gli stand, è positivo il bilancio della 58a edizione. Con più di 35 mila presenze "non posso che essere soddisfatto - dice Ferrante -, che conferma il ruolo della Fiera, ma anche la lungimiranza delle nostre scelte. Sono state giornate intense". Ed è stato un crescendo di presenze dal venerdì alla domenica: pienoni nei tre padiglioni e nelle aree esterne.

Qualche problema rimane sul campo, spazi e parcheggi: perché con un dimensionamento standard (non ampliabile allo stato dei fatti) e senza aree parcheggio proporzionate all’affluenza, Ferrante confessa che "anche quest’anno siamo stati costretti, a malincuore, a dire qualche no (agli espositori - ndr). Resta il problema della carenza di parcheggi anche se cerchiamo sempre di ridurre i disagi mettendo a disposizione due bus navetta". Nonostante ciò "tutti hanno riconfermato la loro adesione per il prossimo anno e se avessimo più spazio avremmo di sicuro altri espositori".

Ma la Fiera da più anni non è solo esposizione e passeggio fra gli stand; è anche convegni e formazione nell’ambito dell’agricoltura. Ed è così che "questa edizione si è distinta anche per l’attualità degli argomenti trattati e per la numerosa e attenta presenza in sala. Primo fra tutti - precisa Ferrante - i due convegni sulla sicurezza, a quello che ha preceduto l’inaugurazione si è parlato dei piani di prevenzione, all’altro, più specifico, dei requisiti che devono avere le macchine agricole, del loro corretto utilizzo e dell’importanza di intensificare i controlli". Di  livello anche "i convegni organizzati dai periti agrari e dall’Ordine degli Agronomi che hanno affrontato temi interessanti e attuali".  Alla rassegna hanno partecipato le associazioni Cia e Coldiretti che mai fanno mancare la loro presenza e il loro sostegno. 

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 530

Condividi l'Articolo

Articoli correlati