Coronavirus. Rocca San Giovanni. Zoo Safari Park chiuso. 'Scarseggia cibo. Sos animali'

Nella savana frentana, quattro ettari di estensione, non c’è cibo a sufficienza. Difatti anche i 250 animali, di 60 specie diverse, dello zoo Park Safari di Rocca San Giovanni (Ch), uscita A-14 Lanciano, soffrono per l’emergenza Coronavirus.

Non hanno più da mangiare. All’appello lanciato dal direttore Mario Bellucci ha prontamente risposto l’assessore regionale al Turismo, Mauro Febbo. "Assicurati i primi aiuti per gli animali dello zoo d’Abruzzo – annuncia -. Grido d'allarme raccolto con solerzia”. Lo zoo, l’unico rimasto in regione, si fregia da un anno anche della licenza di giardino zoologico concesso dai ministeri dell’Ambiente, Salute e Politiche Agricole.

Il coordinatore del park safari, Renato Bellucci, conferma: "Siamo stati autorizzati a ordinare il cibo ed emettere fattura che la Regione pagherà. Oggi abbiamo chiesto con urgenza fieno, erbe mediche e mangimi di cui si nutrono l’80% degli animali, in particolare elefanti, cammelli, rinoceronti. Ma basterà per una settimana. Pian piano ce la faremo. Vedremo per il lungo periodo. Senza aiuti siamo a rischio. Ringraziamo la Regione per l’immediata risposta". Mantenere lo zoo, anche 15 dipendenti, tra cui 4 veterinari e 2 etologi, costa 7 mila euro la settimana. Ma serve anche carne, come per leoni e tigri, e pesce per foche e alligatori. I serpenti si nutrono invece di pollo, topi e pulcini ed è rimasta una minima scorta.

A fare le spese dell'emergenza da Covid 19, quindi, anche gli animali. A seguito della chiusura al pubblico dello zoo sono venute meno le uniche entrate che permettevano di garantire cibo e cure primarie agli animali. Aiuto chiesto pure  alle associazioni e alla distribuzione commerciale per avere alimentari non più commerciabili. “Per ora non abbiamo avuto risposte – aggiunge Renato Bellucci, laureando in Tutela e benessere degli animali.  Invece per i biglietti acquistabili on line per una futura riapertura sono state già 30 i cittadini che hanno generosamente risposto”. Il Park Safari chiude da dicembre a marzo, quando si riapre solo nei fine settimana, il sabato e la domenica, poi da aprile apertura tutti i giorni. Ma ora tutto è fermo in una suggestiva realtà, che annualmente accoglie decine e decine di migliaia di visitatori, provenienti anche dalle tutte le regioni del centro sud.

Walter Berghella e Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2001

Condividi l'Articolo