Coronavirus. Abruzzo. 'Stop agli abusivi tra parrucchieri ed estetiste'

"Diamo un taglio all'abusivismo" è la campagna lanciata da Confartigianato Imprese di Chieti e L'Aquila "per contrastare il fenomeno dell'abusivismo".

Nel mirino parrucchieri ed estetiste abusivi che, in questo perriodo, in cui i centri di bellezza sono chiusi e gli acconciatori pure, imperversano. "Troppo spesso, - viene spiegato - offrono prestazioni a domicilio, violando le restrizioni finalizzate al contenimento della diffusione del virus e rischiando, al contrario, di favorire la circolazione dell'infezione".

In questo modo, rileva l'associazione, si è generata "un'emergenza nell'emergenza". "Oggi più che mai - sottolinea Confartigianato - frequentare gli abusivi è un grosso rischio. Bisogna rispettare le regole e combattere uniti contro il Coronavirus, evitando ogni possibilità di contagio. Resta a casa e aspetta che un vero professionista possa tornare a darti la garanzia di un servizio sicuro".

Anche in Abruzzo, come nel resto d'Italia, segnalati diversi episodi. "La battaglia contro il Covid-19 - è la conclusione - e il duro momento che stiamo vivendo si possono superare solo con grande responsabilità da parte di tutti, cittadini e operatori, e in questa direzione va il nostro appello".

Massimiliano Brutti

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1093

Condividi l'Articolo