Coronavirus. Lanciano. Riecco il mercato del sabato. Mascherina obbligatoria per tutti

Torna domani il mercato ambulante che si svolge ogni sabato a Lanciano (Ch). E per tutti c'è l'obbligo di indossare la mascherina, fino al 31 luglio. 

Lo ha stabilito il sindaco Mario Pupillo, con ordinanza firmata questa mattina. E non "riapre" solo il mercato del sabato in piazza Unità d'Italia e zone limitrofe, ma anche quello del mercoledì e del sabato in piazza Garibaldi, del sabato per la vendita di piante in via Salvo d'Acquisto e il mercato giornaliero all'ingrosso nel parcheggio di via per Frisa.

Riecco le colorate e chiassose bancarelle, dunque. Ma quali le regole da rispettare? Sospensione della vendita dei beni usati; sospensione delle operazioni di spunta; obbligo di allestimento di paletti mobili con nastro/catenella per evitare commistioni tra banchi alimentari e non; obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale per chiunque transiti a qualsiasi titolo nelle aree del mercato; obbligo per ciascun commerciante di tenere a disposizione guanti monouso e soluzioni disinfettanti per le mani; obbligo di differenziare la raccolta dei dispositivi di protezione utilizzati in appositi contenitori chiusi per i rifiuti indifferenziati, oltre che per la plastica e la carta; obbligo per di allestire, davanti ciascun posteggio, paletti mobili con nastro/catenella in modo da garantire l'entrata del cliente in punto e l'uscita in un altro, nel rispetto della distanza di un metro tra gli acquirenti, consentendo che le operazioni si svolgano solo frontalmente; obbligo di evitare che i clienti accedano agli spazi laterali tra un banco e l'altro, mediante il posizionamento di fettucce o paletti mobili con nastro/catenella; obbligo di isolare i banchi mediante apposizione di teli antipioggia laterali, in modo che tra gli stessi ci sia una barriera fisica.

"Invito tutti alla massima prudenza - afferma il primo cittadino - e ad indossare la mascherina. E' una misura di sicurezza a garanzia della salute di tutti, in particolare di operatori e clienti. Riprendiamo gradualmente le attività per ripartire con una nuova consapevolezza riguardo il coronavirus, che non è sparito e non è stato vinto, almeno non ancora, da un vaccino".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1694

Condividi l'Articolo