Sempre più green, sempre più legata al territorio, sempre più internazionale. Per la "Cantina  Frentana" di Rocca San Giovanni si chiude un anno molto positivo, sia a livello aziendale, che riguardo ai ritorni economici dei 400 soci.

Il valore della produzione totale sfiora gli 11 milioni di euro (esattamente 10 milioni e 866 mila euro). Il fatturato in bottiglia continua a crescere rispetto al bilancio precedente superando il milione di bottiglie, con 3 milioni e mezzo di fatturato. Dato positivo anche sul fronte dei conferimenti dei soci, pari a 179.706 quintali, che corrisponde a un più 23% rispetto al 2107. Aumenta il numero di ettari iscritti alla cantina: dai circa 830 del 2018 agli 890 del 2019. La liquidazione totale della vendemmia 2018 ammonta a euro 6.619.512, la terza cifra, in assoluto, più alta elargita dalla Cantina Frentana ai soci negli ultimi venti anni. Tra le iniziative avviate in partnership con diverse realtà istituzionali c’é il progetto che ha coinvolto 60 studenti del corso di Progettazione ambientale del Dipartimento di Architettura dell’Università d’Annunzio, guidati dal professor Antonio Basti, grazie al quale sono arrivate proposte innovative e in chiave green per l’allestimento del nuovo punto vendita e degli spazi esterni dell’azienda.

E poi importante l'export che tocca circa 30 Paesi. "E i nostri prodotti - spiega il direttore Felice Di Biase - si trovano anche nei resort delle Maldive, in Canada, a Santo Domingo e sulle navi di Costa Crociera".

"Entusiasti di questa collaborazione – dice il presidente di Cantina Frentana, Carlo Romanelli – perché la sostenibilità è un tema prioritario: puntiamo a coltivare una coscienza ambientale del territorio". In chiave ecologica ai soci è stato chiesto, a partire già dallo prossimo anno, di astenersi dall’utilizzo di glifosato e di altri diserbanti, ricorrendo alla lavorazione e allo sfalcio per il contrasto alle erbe spontanee e non al diserbo chimico. Tra le novità del 2019 anche il varo del nuovo magazine “La Torre Frentana”, curato da Silvino D’Ercole e Maurizio Gily.

@RIRODUZIONE VIETATA

A cura di Massimiliano Brutti e Serena Giannico

totale visualizzazioni: 1405

Condividi l'Articolo