Si è risolta positivamente la vicenda della Blutec, azienda dell’indotto Sevel di Atessa (Ch) in sciopero da due giorni. Le attività riprenderanno già da oggi. Di conseguenza, riprendono anche le attività in Sevel, costretta a diversi stop per via della mancanza dei pezzi provenienti dalla Blutec. 

L’accordo, siglato questa mattina alle 10.30 e che la Fiom, tramite una nota,  ha definito positivo, prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 42 lavoratori precari; l’avvio immediato di lavori per la messa in sicurezza delle postazioni a rischio infortuni; il pagamento di tutte le spettanze non ancora elargite ai lavoratori; il pagamento del premio aziendale a partire dal mese di settembre. Sempre l’accordo, prevede inoltre la regolarizzazione dei contributi aziendali destinati alla previdenza complementare ed alla sanità integrativa; l’erogazione dei MyVoucher già dal mese di settembre ed il riconoscimento ai lavoratori Csa, una controllata del gruppo Stola, di tutti i diritti previsti. 
“L’intesa raggiunta – si legge nel comunicato della Fiom – restituisce dignità ai lavori di un impresa che nel corso di questi mesi si è mostrata, su diverse questioni, inadempiente ed insensibile. I due giorni di sciopero hanno ridato valore al quadro complessivo delle regole, ribadendo che lavoratori e lavoratrici sono un valore aggiunto e non un peso da trattare con discriminazione, mancanza di rispetto e senza le dovute adempienze contrattuali e legislative”. “Nei prossimi giorni – conclude la nota della Fiom – continueremo a vigilare affinché l’azienda rispetti l’accordo siglato”. 07 settembre ‘18 


©RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 2293

Condividi l'Articolo

Articoli correlati