Atessa. Sciopero ad oltranza alla Blutec: Sevel ferma da giorni. Il 24 gennaio tavolo al ministero. Domani manifestazione
L'appuntamento è per il prossimo 24 gennaio al ministero dello Sviluppo economico: ci sarà il tavolo per la ex Blutec di Atessa, ora Ingegneria Italia. Ad annunciarlo è Sara Marcozzi, candidata presidente M5S alla Regione Abruzzo. "A seguito di fitte interlocuzioni - spiega in una nota - il ministero ha convocato un tavolo tecnico destinato alla Blutec. Saranno affrontate le criticità dello stabilimento con l'obiettivo di trovare la migliore soluzione possibile per i lavoratori". I circa 200 dipendenti dello stabilimento della Val di Sangro stanno effettuando lo sciopero a oltranza, all'inizio per denunciare il ritardo nel pagamento degli stipendi. Ora le retribuzioni sono in parte state date. Ma, stamattina, dopo un'assemblea, i dipendenti hanno deciso di proseguire con la protesta. Tutti fermi, non si arretra. Lo stop Blutec da giorni blocca il colosso Sevel, la cui produzione è sospesa, con danni ingenti. Blutec è fornitrice di componenti meccanici per il furgone Ducato. 

Nicola Manzi, segretario provinciale Uilm di Chieti- Pescara, dichiara: "Nella storia sindacale questo è il primo sciopero indetto ad oltranza per mandare a casa una direzione inaffidabile sui pagamenti degli stipendi, per il mercato e per la Sevel". Domani, alle 10, davanti ai cancelli ci sarà una manifestazione indetta dal sindacato Usb, ma a cui saranno tutti presenti, per richiamare la solidarietà dell'intero comprensorio.
18 gennaio 2019

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 1882

Condividi l'Articolo