Atessa. Cobas proclamano sciopero dei recuperi e degli straordinari alla Fca Plastics

"Stanno stravolgendo vita dei lavoratori, penalizzando il salario, addirittura non riconoscendo la maggiorazione dello straordinario…": così i Cobas, terminata la pausa estiva, tornano all'attacco e proclamano lo sciopero del recupero produttivo e degli straordinari alla Fca Plastics Unit di Atessa (Ch).

"Le solite sigle sindacali firmatarie di contratti, - scrivono - mentre tutti sono in vacanza (i più fortunati in questi casi), effettuano manovre con la dirigenza di Fca e Sevel. Firmano la nuova turnazione di lavoro, trasferendo la pausa mensa nell’ultima mezz'ora con possibilità di uscita anticipata, come si deduce in un verbale di riunione del 21 agosto scorso in Sevel. Oppure pensano di ridurla ad un’ora sul sabato pomeriggio, ovviamente in perfetto stile di "democrazia sindacale maggiormente rappresentativa" senza convocare assemblee retribuite".

"Siamo prigionieri del  Contratto collettivo specifico - dice ancora il sindacato -. Così facendo non si migliora la qualità della produzione, diminuendo sì l’orario settimanale, ma peggiorando l’intensità dei ritmi di lavoro, con relativo stress. Chi lavora, non ha più tempo per sé e per la famiglia. Insomma ci vogliono ridurre a uomini-macchina". Perciò braccia incrociate il 31 agosto (turno C) 6 – 14; il 7 settembre (Turno B) 6 – 14 e domenica 8 settembre (Turno B) 22 - 6.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 921

Condividi l'Articolo