Archi. Cani in sfida... nazionale, alla ricerca del tartufo bianco
GUARDA LE FOTO

Cani da tartufo in azione, il  9 novembre prossimo ad  Archi  (Ch).

Qui si terrà la  prova di lavoro per cani da tartufo, con rilascio del Certificato di attitudine di qualità di calibro nazionale e del Certificato di portata internazionale.
La competizione itinerante, organizzata dal  Club italiano del lagotto e che sta toccando tutto il territorio italiano, farà tappa per il quinto anno consecutivo nel borgo della Val di Sangro, peraltro facente parte del circuito nazionale di  “Città del tartufo”. 

E' Tommaso Bellomo portavoce dell’evento e addestratore professionista di cani da tartufo. Le verifiche zootecniche che si terranno ad Archi saranno di categoria B, quindi di livello tecnico superiore rispetto al passato, e la competizione sarà finalizzata alla  ricerca del tartufo bianco.

I partecipanti arriveranno come di consueto da tutto lo Stivale e i cani coinvolti saranno i lagotti, antica razza di origine italiana che è nata nelle pianure di Comacchio, da qui l’accezione “lagotto romagnolo”, in primis usata nel riporto in acqua e in seguito divenuta, grazie alle sue spiccate capacità olfattive, un eccellente cane da tartufo.
"Accogliere manifestazioni di altissimo livello come questa -  dice il sindaco Mario Troilo - non fa che rafforzare la vocazione territoriale nei confronti di questo prodotto che, insieme all’olio d’oliva, è un’eccellenza del nostro paese”.

Raduno dei partecipanti alle 7 alla “Locanda La Quercia”, in località Piane d’Archi. Da lì si partirà con la sfida che durerà l’intera mattinata e nel pomeriggio ci sarà la premiazione.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 426

Condividi l'Articolo