Una gara d’appalto internazionale è quella a cui ha partecipato la Deco Spa, azienda abruzzese, di San Giovanni Teatino (Ch), che si aggiudica il contratto per modernizzare il ciclo integrato della gestione dei rifiuti in Costa D’Avorio. 1.700.000 il numero di abitanti serviti per una durata di 10 anni. 300 milioni di euro il volume d’affari complessivo.

Numerose sono state le società europee e africane a partecipare alla gara, ma la Deco Spa, mediante la sua società partecipata riesce ad aggiudicarsela, così da arrivare a gestire i rifiuti solidi urbani ed assimilabili del distretto di Abidjan, la città più popolosa della Costa d’Avorio.

Nei giorni scorsi la famiglia Di Zio, unitamente ai soci tunisini della Ecoti Sa ed al ministro ivoriano della Salute, Ambiente e Sviluppo Sostenibile – Madame Anne Désirée Ouloto – ha firmato il contratto che porterà alla modernizzazione del ciclo integrato di coordinazione dei rifiuti. Obiettivo del governo ivoriano è quello di trovare una soluzione duratura per migliorare le proprie condizioni ambientali ed igienico-sanitarie.
“Siamo consapevoli – fa sapere la Deco – della grande responsabilità di tale vittoria, in un periodo, peraltro, molto impegnativo e che vede l’azienda attiva anche sul fronte abruzzese per il subentro nella gestione dell’ex Cirsu. Per questo contiamo su eccellenti professionalità che, come sempre, hanno dato e continueranno a dare il loro contributo nel portare avanti gli impegni assunti". 19 ottobre 2017

Diana Ficco
@RIPRODUZIONE VIETATA

Condividi l'Articolo

Articoli correlati