Calcio. Tante occasioni e senza reti il match fra Pescara e Chievo Verona
GUARDA LE FOTO

PESCARA 0  CHIEVO VERONA 0

Bella partita allo stadio Adriatico riaperto dopo sette mesi a 1.000 eletti dopo la prima emergenza Covid.

Lo 0-0 finale del Pescara nella gara d'esordio contro il Chievo Verona però ha un valore superiore al punticino con il quale viene mossa la classifica. Il valore dei veneti, innanzitutto, non deve essere dimenticato; i biancazzurri, poi, ancora con un organico non al completo e in fase di costruzione, hanno grandi margini di miglioramento. Massimo Oddo ha l'obiettivo di ricreare entusiasmo grazie a un gioco spumeggiante e divertente, senza dimenticare la classifica che alla fine è quella che conta.

Mister Aglietti ha il compito di portare più in alto possibile una compagine studiata a tavolino per emergere, consapevole che il campionato di serie B di quest'anno sembra aver guadagnato molti punti in qualità rispetto anche alla passata stagione. Con queste premesse, le due squadre si affrontano a viso aperto soprattutto nella prima metà di gara: il primo tempo, infatti, è molto combattuto e le occasioni fioccano come i prosecchi stappati nei priveé sia da una parte che dall'altra. Fabbro, lanciato a rete, si fa intimidire da Fiorillo in uscita disperata come un quindicenne davanti ad Emily Ratajkowski: risultato palla schizzata in orbita. Il Pescara spinge forte sfruttando le enormi doti fisiche di Ceter: l'attaccante colombiano, che della potenza fa la sua arma più pericolosa, riesce a fare a sportellate anche con più di un avversario in contemporanea accentrando l'attenzione su di sé. Come una moderna Mia Khalifa durante una gang bang in area veneta, infatti, svetta andando ad un passo dal vantaggio, ricevendo un lungo fallo laterale di Masciangelo: il suo colpo di testa scheggia la traversa. Il Chievo è scostumato e insidia le virtù di Fiorillo che di estremo, oltre al ruolo di portiere, ha anche l’innata dote di risolvere l'irrisolvibile: in due occasioni, prima su bordata di Renzetti e poi su diagonale di Fabbro, spegne i bollenti spiriti dei gialloblù.

Nel secondo tempo il Pescara ci prova prima con il neo entrato Di Grazia che si allunga troppo il pallone davanti a Semper e poi con Bellanova che riesce a fallire un'occasione che sarebbe stata più difficile sbagliare: il suo colpo di testa da pochi passi su cross perfetto di Jaroszynski, infatti, è incredibilmente alto sulla traversa di Semper.

Potremmo dire “buona la prima” per i biancazzurri che torneranno in campo sabato prossimo alle ore 16.15 contro la Reggina di Denis e Menez che oggi ha impattato 1-1 a Salerno: un altro super test per il Pescara che si spera potrà essere finalmente in formazione tipo.

 

LE FORMAZIONI

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo, Bellanova (83’ Ventola), Drudi, Scognamiglio, Masciangelo (39’ Jaroszynski), Busellato, Valdifiori (83’ Memushaj), Omeonga, Galano (84’ Capone), Bocic (60’ Di Grazia), Ceter. All. Oddo 

Chievo Verona (4-3-2-1): Semper, Mogos, Rigione, Leverbe, Renzetti, Bertagnoli, Obi, Palmiero (89’ Pavlev), Garritano (81’ Morsay), Djordjevic, Fabbro (73’ De Luca). All. Aglietti

Ammoniti: Palmiero (CV)

Arbitro: Rapuano di Rimini. Assistenti: Bottegoni di Terni e Sechi di Sassari. IV Ufficiale: Bitonti di Bologna

 

IL FILM DELLA PARTITA

12’ Il Pescara parte forte e, sebbene non sia riuscito ancora a tirare in porta, mantiene il pallino del gioco in mano dimostrando di aver assimilato una buona personalità dall'inizio della preparazione 

17’ Bocic lavora un buon pallone sulla sinistra, scodella al centro dell'area un ottimo assist per Galano che ciabatta un po' la sfera sul secondo palo permettendo alla difesa ospite di spazzare 

18’ Grande occasione in contropiede per il Chievo: Fabbro scappa alla marcatura di Drudi sul filo del fuorigioco, arriva davanti a Fiorillo, ma il suo tocco è alto sulla traversa biancazzurra

21’ Gran cross di Masciangelo per Ceter che arriva con un attimo di ritardo all'appuntamento con la sfera che viene spazzata via da Rigione

22’ Traversa colpita da Ceter con un colpo di testa malandrino su lunghissimo fallo laterale dalla sinistra! Ottima combinazione per i biancazzurri che vanno a un passo dal vantaggio

23’ Gran tiro al volo di Renzetti da fuori area e risposta magistrale di Fiorillo che con un colpo di reni devia in calcio d'angolo

24’ Rasoiata di Garritano che dal limite non trova lo specchio della porta di Fiorillo e il pallone esce, seppur di poco, sul fondo

36’ Miracolo di Fiorillo su diagonale ravvicinato di Fabbro! Il portierone biancazzurro respinge con i piedi da pochi passi un pallone che sembrava diretto in fondo al sacco

39’ Biancazzurri costretti al cambio per infortunio a Masciangelo che lascia spazio a Jaroszynski 

45’ 3 minuti di recupero segnalati a bordo campo

67’ Incredibile occasione buttata alle ortiche dal Pescara con Busellato che serve un pallone eccezionale al neo entrato Di Grazia che, davanti a Semper, si allunga il pallone favorendo l'intervento del portiere

70’ Jaroszynski inventa un cross dalla sinistra per l'accorrente Bellanova sul secondo palo, ma il terzino destro riesce a sbagliare il tocco di testa a un metro dalla linea di porta, mandando il pallone fuori dallo specchio. Occasione colossale non finalizzata per il Pescara

90’ Segnalati 5 minuti di recupero

95’ Finita 0-0      26 sett. 2020

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 503

Condividi l'Articolo