Lanciano. 'La Regione taglia i fondi alla Fiera'. 'Somme non dovute'. Scontro tra centrodestra e centrosinistra
GUARDA LE FOTO

"La passeggiata di Marsilio ed Imprudente durante la rassegna "Agroalimenta", che si è appena conclusa, viene pagata cara dalla città di Lanciano. In Consiglio regionale la maggioranza sottrae 90 mila euro di contributo all' Ente Fiera di Lanciano (Ch), accordati per il 2019 dalla  Giunta di centrosinistra, per spalmarli su altri eventi. Voto favorevole di Lega e Fratelli d'Italia".

Lo scontro politico, tra centro destra e centro sinistra, parte da Facebook, con un post del presidente del Consiglio comunale di Lanciano, Leo Marongiu, che annuncia che la Regione ha decurato il contributo straordinario destinato al Consorzio autonomo Ente Fiera di Lanciano e già approvato dal precedente governo regionale.

"Il contributo annuale - spiega Marongiu - si aggira tra i 40 e i 50mila euro. L'ex assessore Silvio Paolucci, nella legge di bilancio, ne aveva fatti destinare 140 mila, dal 2016 e anche per l'anno in corso. Ma ora, con una 'sveltina', ne sono stati cancellati buona parte. L'assessore alle Attività produttive, Mauro Febbo, in Commissione ha giustificato la scelta sottolineando che riportava il contributo allo... storico annuale. Il taglio è stato infilato in un provvedimento più ampio sul finanziamento ai Comuni costieri per le mareggiate. Un fulmine a ciel sereno, perché - prosegue Marongiu - su quella somma, già destinata a Lanciano, i vertici dell'Ente ci contavano".

Decisione stigmatizzata anche dal consigliere regionale dei 5Stelle, Francesco Taglieri. Somma che sarebbe servita, come ha affermato più d'una volta il presidente di Lancianofiera, Franco Ferrante, "a chiudere le pendenze del passato e a portare nuova linfa".

"Si tratta - replicano gli assessori regionali Nicola Campitelli, della Lega, e Mauro Febbo, di Fi - di somme straordinarie, non più dovute. Erano state concesse, per il triennio 2016-2018, per sanare i debiti accumulati negli anni.  Solo per un mero errore di trascrizione è stato inserito nel bilancio 2019 e poi tolto. Adesso si torna alla normalità, ai consueti 45 mila euro di contributo annuale. Continueremo - si puntualizza - a supportare il polo fieristico regionale, con progetti di riqualificazione ed ammodernamento dei padiglioni". 

"Il discorso, più in generale, si può allargare. In pochi giorni - riprende Marongiu - è stato tolto l'angiografo; è stato sforbiciato questo contributo; sono stati annunciati lavori al teminale bus con i 550mila euro del Masterplan di D'Alfonso... Ma in dieci mesi di amministrazione, questo governo regionale che ha portato in più a Lanciano? Ha solo tolto...".  

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nelle foto il presidente Marsilio nello scorso week end a Lanciaofiera

totale visualizzazioni: 920

Condividi l'Articolo