Trasporti Abruzzo. 'Tua: posti di lavoro persi, precariato, auto di lusso e riconoscimenti ad personam'

"Perdita di circa 300 posti lavoro tra il personale viaggiante, riconoscimenti ad personam, incentivi e straordinari alle figure apicali nonché benefici e auto di lusso ai dirigenti. E , poi,  ricorso eccessivo all’utilizzo di personale interinale a fronte di mancate trasformazioni in full time di dipendenti con incarico part time".

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Così, in una nota, il Movimento 5 Stelle scoperchia sperperi e un calderone di problemi all'interno dell'azienda regionale di trasporto Tua. "Siamo ben lontani - dice il consigliere regionale pentastellato Francesco Taglieri - dall'ottimizzazione delle risorse, paventata a più riprese dal presidente Marco Marsilio per risollevare le sorti della società. La situazione critica dell’azienda è stata più volte oggetto di segnalazioni anche da parte delle maggiori sigle sindacali.

"Il contratto di espansione – spiega nel dettaglio Taglieri – è lo strumento ideato dal Governo per consentire alle imprese di accelerare il ricambio generazionale delle risorse umane, nonché un aggiornamento delle competenze e, per i lavoratori prossimi al pensionamento. Esso costituisce un’opportunità per anticipare l’uscita dal mercato del lavoro consentendo un turnover che dovrebbe generare posti di lavoro. In pompa magna Tua Spa, con quello che avrebbe dovuto essere un accordo con le principali sigle sindacali, ha comunicato già a luglio dello scorso anno di voler ricorrere al contratto e che l’azienda avrebbe proceduto alla progressiva trasformazione di tutto il personale, attualmente con contratto part time, a tempo pieno. Successivamente il presidente Marsilio parlò addirittura di “un’importante iniezione di fiducia” e della creazione di nuovi posti di lavoro attraverso concorsi pubblici in grado di offrire occupazione stabile e superamento del precariato. Peccato che, ancora una volta, alle belle parole del centrodestra non siano seguiti i fatti: nel corso del 2021, infatti, si contano 107 posti di lavoro full time in meno e ammontano a 22.702 le giornate di lavoro interinale che Tua ha utilizzato. Ad oggi – incalza Taglieri – il personale continua a riscontrare una serie di gravi inadempienze. Inoltre viene segnalata una forte carenza di organico, particolarmente di autisti, che produrrebbe disservizi giornalieri all’utenza, con la soppressione di numerose corse nell’area metropolitana che coinvolgono anche studenti e pendolari che vengono privati del servizio minimo". 

Taglieri, che ha presentato un'interrogazione in merito, sollecita "una risposta chiara e veloce, ma soprattutto - dice - non permetterò che si continui ancora a fare propaganda su annunci che non portano mai a nessuna reale soluzione". 24 gen. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 1406

Condividi l'Articolo