Stellantis chiude in positivo il suo primo anno.  E dà 450 euro (tasse incluse) ai lavoratori Sevel

Premio straordinario di produzione per i dipendenti, a fronte dei positivi risultati conseguiti nel primo anno di esistenza di Stellantis, che ha chiuso con un utile operativo di 9,9 miliardi, con un margine del 12,1 per cento.

Per ciò ad aprile le buste paga dei lavoratori dello stabilimento Sevel di Atessa (Ch) saranno più "pesanti": ci saranno 450 euro in più, tasse incluse, aggiuntivi al premio annuo contrattuale che, come noto, nel 2022 è stato in media di 1.400 euro.

“Il gesto di Stellantis - commenta Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm, responsabile del settore auto  - è positivo in sé, nonché per i suoi presupposti e le sue implicazioni. Innanzitutto è un atto di attenzione verso i lavoratori che stanno pagando un prezzo molto alto per la crisi delle forniture di microchip. Inoltre nasce da un presupposto essenziale, vale a dire che Stellantis sta ottenendo buoni risultati nonostante la fase di estrema difficoltà del settore automotive. Infine dovrebbe implicare che non c’è intenzione di incidere sui salari per realizzare gli annunciati recuperi di competitività, resi necessari dalla transizione energetica. Ora attendiamo gli sviluppi del piano industriale e la ripresa del confronto al tavolo aperto al ministero dello Sviluppo economico sulle prospettive delle fabbriche italiane". Il premio non sarà erogato ai precari, a coloro che hanno contratti a termine, che uindi saranno penalizzati anche in questa fase.

"Giudichiamo positivamente questa decisione da parte del gruppo - dicono Domenico Bologna, segretario interregionale Fim Cisl, e Amedeo Nanni, segretario con delega Stellantis, - di restituire ai lavoratori una parte dei risultati ottenuti a livello globale".  23 feb. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1810

Condividi l'Articolo