Alla SanMarco di Atessa licenziati 50 lavoratori. 'Si chiude così una triste vicenda'

Vicenda giunta al capolinea. Alla SanMarco Industrial di Atessa (Ch) concluse le procedure di licenziamento di 50 dipendenti.

E' quanto comunica la segreteria interregionale Fim Cisl di Abruzzo e Molise che, in una nota, spiega che, dopo mesi di battaglie e dopo un lungo braccio di ferro, è giunto a compimento il "triste iter dei licenziamenti collettivi" e che "questa vicenda può essere considerata una delle più oscure del nostro territorio. Una vertenza assurda - prosegue - dove l’azienda, in maniera unilaterale, ha eliminato tutti i lavoratori che riteneva scomodi, con la sola nostra opposizione. E’ bene ricordare, infatti, che, nonostante la drammaticità della situazione, non si è riusciti a portare avanti nessuno sciopero unitario oppure altre iniziative congiunte a difesa dei lavoratori".

Nessun altro sindacato - è l'accusa - ha aderito alla nostra richiesta di "chiarire le situazioni poco nitide all’interno della fabbrica".

"Noi - afferma Amedeo Nanni, della Fim - abbiamo creduto fortemente in questi lavoratori. Si tratta di persone generose e professionali, le quali hanno solo chiesto di lavorare, accudire i propri familiari e vivere la loro casa. Pretese normali e non assurde che la nostra organizzazione ha fatto proprie".

SanMarco, che ha il suo stabilimento metalmeccanico in Val di Sangro, ha come principale committente Sevel. Nel 2017 contava 168 lavoratori, che a mano a mano sono stati ridotti. Mandati via anche due rappresentanti sindacali su tre. "Tutti della Fim, quelli cacciati. Porteremo la vicenda nelle opportune sedi giudiziarie", viene rimarcato.  09 mar. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3349

Condividi l'Articolo