Lanciano. La Nazionale italiana Macellai trionfa in Francia. Simone Di Ciano: 'Esperienza entusiasmante'
GUARDA LE FOTO

"L’Italia torna a casa con due fantastici risultati: primo posto conferito dal pubblico e secondo dalla giuria, dietro ai padroni di casa per soli sei voti".

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Si è appena conclusa, in Francia, la prima Coupe d’Europe Boucherie a Clermont-Ferrand dove si sono battute quattro delle più grandi nazioni della lavorazione delle carni in Europa. Campionato a suon di filetti e bistecche.

Quattro le squadre in gara: Francia, Spagna, Germania e Italia. Le rispettive Nazionali si sono sfidate in una due-giorni di eventi tecnici in cui i migliori macellai hanno dato effettuato prove abilità su diverse specie come vitello, manzo, maiale, agnello e pollame.

"Una gara combattuta - racconta Andrea Laganga, portavoce della Nazionale italiana Macellai –. Prima la notizia del secondo posto conferito dai giudici. Poi la decisione del pubblico, formato da macellai presenti alla manifestazione e da spettatori che hanno seguito in streaming la competizione: da esso uno schiacciante e assoluto sì".

"Per noi -  evidenzia Francesco Camassa, capitano del Team Italia – non era importante tanto il risultato, quanto collaudare e mettere a punto la formazione in vista dei prossimi appuntamenti mondiali".

"Abbiamo voluto presentarci svelando chi siamo veramente - aggiunge Mara Labella, coach della Nazionale – . Abbiamo infatti scelto di servire ogni nostro prodotto su vassoi in cornice con le stampe delle più importanti opere d’arte italiane, Gioconda compresa. Per noi il lavoro di tutti i giorni è un’arte, fatta di tradizioni e insegnamenti quotidiani e lo abbiamo dimostrato".

"E dopo la gara ad Augusta in Germania e questa in Francia – annuncia Orlando Di Mario, presidente della Nazionale – il 2023 sarà l’anno degli Europei in Italia". 

La Nazionale è composta dai titolari Francesco Camassa, Andrea Laganga, Gianni Giardina, Anna Moretti e l'abruzzese Simone Di Ciano, 25 anni, di Lanciano (Ch). Riserve sono Marco Iuculano e Mara La Bella. I giudici sono Orlando Di Mario, Davide Cecconi e Manuele Avagliano. Lo staff tecnico è composto da Daniele Gargano e Martino Demita.  

"Essere l’unica nazione a tornare a casa con due premi  mi ha reso felice e orgoglioso, anche se il gradino più alto del podio è stato sfiorato per un soffio - dichiara Di Ciano -. "La vittoria doveva essere la nostra - rimarca - ma va bene lo stesso. Un’entusiasmante esperienza. Siamo fieri del successo, ha vinto l'italianità. Ora continuerò ad affilare carni, ad  allenarmi per questo meraviglioso mestiere, per i prossimi appuntamenti internazionali".  10 nov. 2021

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2302

Condividi l'Articolo