Sanguinosa rissa con bottigliate a Vasto: cinque denunce

Cinque denunciati per una violenta zuffa a Vasto (Chieti).

Nel pomeriggio dello scorso 25 aprile più cittadini hanno segnalato al 113 una sanguinosa rissa scoppiata davanti ad un bar della Marina. Due equipaggi di Volante del commissariato di Vasto hanno placato gli animi tentando di ricostruire l'accaduto. Subito hanno notato la presenza di un uomo che aveva una copiosa fuoriuscita di sangue dalla testa e la presenza di cocci di vetro sulla strada. Nessuno dei presenti ha riferito agli agenti informazioni utili alle indagini, molti hanno negato di aver assistito ai fatti, alcuni hanno confermato le botte ma non erano in grado di indicare i partecipanti. Gli operatori di polizia hanno sequestrato le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza dell'attività commerciale coinvolta dalla violenta lite e quelle comunali.

Filmati che si sono rivelati particolarmente utili al fine della ricostruzione dei fatti. In sostanza, il proprietario del locale ha chiesto a una coppia di allontanarsi dallo stesso, poiché non gradiva il modo di ballare della ragazza. Il giovane che era con la donna ha rifiutato di uscire dal bar ed ha iniziato una discussione con il proprietario. Quest'ultimo ha avuto il supporto di un trentenne vastese il quale, senza titolo e già coinvolto in altri fatti analoghi e violenti, ha chiesto all'avventore di allontanarsi dal locale.

Il trentenne vastese, visto il rifiuto dell'altro, ha ottenuto l'aiuto di amici, i quali hanno circondato il cliente resistente che è stato spinto con violenza, tale da cadere sull'asfalto. Rialzatosi sulla pubblica via, il ragazzo nuovamente è stato accerchiato dal gruppo e scaraventato a terra dal trentenne vastese. Ne è nata una rissa in cui il ragazzo aggredito ha colpito i suoi avversari e questi lo hanno ferito con tre bottigliate sulla testa, calci e pugni.

Alla rissa ha partecipata anche il titolare del bar il quale, al termine della prima fase della colluttazione, ha colpito con un pugno al volto il "rivale" e successivamente ha mimato l'atto di tagliargli la gola.

Anziché chiedere l'intervento delle forze di polizia, il ragazzo allontanato con violenza dal locale, in preda all'ira, ha tentato di raggiungere nuovamente i suoi aggressori all'interno dello stesso, forzando la porta di ingresso con calci e violente testate. Al termine delle formalità di rito, 5 persone sono state denunciate per rissa aggravata, tra i quali anche il titolare del locale; due di loro anche per lesioni personali visti i traumi e le ferite riportate da uno dei protagonisti. 06 mag. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA 

totale visualizzazioni: 1838

Condividi l'Articolo