L'Aquila. Trovato morto in studio in cui si era introdotto per rubare

E' stato trovato morto nello studio medico dentistico in cui si era introdotto, di notte, per rubare. E, a scoprire il cadavere, sul pavimento, è stato, questa mattina, proprio l'odontoiatra a cui il furfante stava portando via costose apparecchiature. Ha aperto per cominciare a lavorare e si è trovato davanti un uomo esanime. E' successo a L'Aquila, in via Pascoli. A confermare che si tratta di un ladro, di origine serba, di 50 anni e con precedenti penali, non residente in città, sono le forze dell'ordine.

L'uomo si è infilato nell'appartamento attraverso una finestra, che ha forzato. Ma ha avuto un malore ed è rimasto lì, senza soccorsi, dove è deceduto. Accanto al corpo, a terra, sono stati trovati alcuni borsoni dentro cui c'era già materiale sottratto. Allertati subito il 118 e la polizia, che sta seguendo il caso. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1315

Condividi l'Articolo