Coronavirus. Secondo caso alla Tiberina Sangro di Atessa. E i dipendenti scioperano

E sono due. C'è un secondo lavoratore contagiato da coronavirus nello stabilimento metalmeccanico Tiberina Sangro, di Atessa (Ch). Un primo caso si era registrato lo scorso 13 ottobre. Entrambi i positivi sono di un paesino del Vastese, sono asintomatici e, adesso, sono in quarantena. 

Il fatto è stato comunicato dalla Asl Lanciano Vasto Chieti, che da giorni sta effettuando tamponi e tracciamento dei contatti, ai vertici dell'azienda.

Ma sulla questione c'è... maretta. Ci sono nervosismo, tensione e preoccupazione in fabbrica, che conta 450 addetti e che fornisce Sevel, Pomigliano e altre realtà produttive dell'universo Fca. Tant'è che oggi è scattato un primo sciopero. Quattro ore di astensione dal lavoro per ogni turno. "Per protestare - spiega Achille Di Sciullo, della Uilm, sigla con il maggior numero di iscritti - contro il modo in cui la direzione locale sta gestendo la situazione. E' stato fatto entrare un lavoratore che ha viaggiato, in macchina, con uno dei positivi e, adesso, tutti sono col fiato sospeso. Temono le conseguenze di questo gesto e il virus, naturalmente". 

"L'azienda - dice il sindacalista - deve attenersi scrupolosamente alle norme anti Covid-19 e ai decreti del Governo che si stanno susseguendo. In un momento come questo, in cui la pandemia ha ripreso vigore, non ci si può permettere di affrontare questa difficile e complessa problematica con leggerezza. E con atteggiamenti di superficialità".  19 ott. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3627

Condividi l'Articolo