Pescara. In tre sul podio per l'Italia nel contest europeo 'Jobs of the future'

Triplo salto vincente per l’Abruzzo nel contest Jobs of the Future, lanciato dal consorzio Future, in cui c'è il Centro italiano per l'apprendimento permanente (Ciape), in 7 Paesi partner.

Sono risultati vincitori per l'Italia Michael Toro, Carmine Trugli, entrambi diciassettenni e Ion Ureche, 19 anni, studenti del corso serale dell’Istituto tecnico Aterno-Manthoné di Pescara, diretto da Antonella Sanvitale.

Questi i progetti vincenti:  

  • 1° - Michael Toro con "Humanoid - Robot designer". Il designer progetterà robot che sembreranno e si comporteranno come esserii umani, umanoidi che eseguiranno le noiose faccende di casa al posto delle persone. Questi designer dovranno essere specializzati nel settore di meccanica e tecnologia dell’informazione. Inoltre, al fine di ridurre sprechi e costi, le parti meccaniche e tecnologiche già esistenti verranno riciclate e grazie al loro reimpiego, i robot avranno un prezzo accessibile.
  • 2° posto - Carmine Trugli con "Perpetual motion designer". Il motion designer perpetuo avrà una conoscenza approfondita delle materie ambientali, della fisica, della meccanica e della matematica. Il moto perpetuo, che può essere paragonato all’ebollizione e al ciclo di condensazione, produrrà energia con un potenziale elevato e zero consumi. Ciò consentirà di risparmiare risorse a livello economico e migliorare la sostenibilità ambientale.
  • 3° posto - Ion Ureche con "Inventor of futuristic means of transport". Questo progettista avrà conoscenze di Information technology, meccatronica e ingegneria per progettare e costruire mezzi di trasporto a guida autonoma e non inquinanti. Essi dovranno poter viaggiare in modo indipendente per piccoli e grandi distanze, favorendo la sostenibilità ambientale, non essendoci emissioni di CO2. Auto e aerei del futuro saranno forniti di pannelli fotovoltaici in grado di autogenerare elettricità. I veicoli ibridi non saranno più necessari.

L'iniziativa ha incoraggiato i giovani di età compresa tra 13 e 19 anni a esplorare la loro idea di professioni future, spiegare perché potrebbero emergere, come potrebbero essere e di che tipo di abilità si potrebbe aver bisogno, con l'aiuto di una piattaforma dedicata che prevedeva un'attività ludica suddivisa in 7 fasi.

Il contest è stato inquadrato all’interno del progetto Future Time Traveller e co-finanziato dalla Commissione Europea, con lo scopo di “trasformare l’orientamento professionale della generazione Z attraverso un approccio di scenario innovativo basato sui giochi” 

Al contest sono state inviate 93 idee: 62 saggi, 30 presentazioni e 1 video provenienti dai sette Paesi partner: Italia, Bulgaria, Grecia, Germania, Polonia, Portogallo e Regno Unito.

I vincitori dei Paesi partecipanti saranno premiati a Roma, in autunno, durante l'evento finale nazionale e riceveranno alcuni gadget tecnologici come un caricabatterie solare, una action cam e altoparlanti Bluetooth. Le proposte di tutti gli studenti che hanno preso parte all’iniziativa saranno incluse in un e-book e distribuite in Europa attraverso la rete Euroguidance.

Inoltre, i partecipanti che hanno ricevuto il maggior numero di Like hanno già ricevuto un certificato e le loro idee sono state presentate sia sul sito che sulla pagina Facebook di Future Time Traveller.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 460

Condividi l'Articolo