Vini. Valentino Di Campli confermato presidente Citra
GUARDA LE FOTO

Valentino Di Campli è stato rieletto, con il consenso dell’intero consiglio di amministrazione e dell’assemblea dei soci, alla presidenza di Codice Citra la principale realtà vitivinicola d’Abruzzo che raggruppa nove cantine sociali della provincia di Chieti, con un totale di 3.000 soci e 6.000 ettari di vigneti coltivati. Al fianco di  Di Campli, per il prossimo triennio, ci saranno i vicepresidenti Lorenzo Mancinelli, per il quale è stato rinnovato il mandato, e Licio Colantuono al suo primo incarico.

 Valentino Di Campli, 51 anni, commercialista, è al quarto mandato dopo essere stato incaricato per la prima volta nel maggio 2011.  “Sono orgoglioso per la stima e la fiducia rinnovata. Lavoreremo in continuità con quanto fatto negli ultimi anni, al servizio della più importante realtà cooperativa  della reigone favorendo l’aggregazione tra le cantine associate e lo sviluppo commerciale nei mercati sia all’estero che in Italia - dichiara. - Le linee programmatiche per il futuro ripartiranno dall’attivazione dei progetti di ricerca e sviluppo già pianificati, con la supervisione di Cotarella e Scienza. Cercheremo di concentrare gli sforzi per continuare a rafforzarci, grazie all’impegno dei nostri soci e al controllo di tutta la filiera dalla vigna alla bottiglia, e incrementare la valorizzazione dei nostri vitigni autoctoni al fine di accrescere i risultati economici. I successi finora ottenuti sono confermati dal trend positivo del fatturato di vini imbottigliati che ha chiuso il 2018 con oltre 40 milioni di euro e nei primi 4 mesi del 2019 registra +3% rispetto al 2018. Infine, anche i recenti riconoscimenti ricevuti, da Pecorino, Cerasuolo e Montepulciano, dal "5StarWines - The Book 2019" di Vinitaly premiano ulteriormente il nostro impegno". 

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nelle foto il cda Citra e Valentino Di Campli 

totale visualizzazioni: 502

Condividi l'Articolo