Consorzio Tutela vini Abruzzo diffida legalmente Netflix, rimosso trailer film De Sica

Il Consorzio Tutela vini d'Abruzzo ha diffidato legalmente Netflix riguardo alla battuta presente nel trailer del film "Natale a tutti costi" in cui Christian De Sica parlando di una bottiglia di vino abruzzese, "la migliore bottiglia", la definisce "'na merda...".

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

E un primo risultato è già arrivato. Dalla piattaforma Netflix è stato rimosso il trailer "incriminato". "Se ci si clicca sopra - dice, ad Abruzzolive.tv, il presidente del Consorzio, Alessandro Nicodemi, che parla di "umorismo becero" - viene fuori la dicitura che 'non è più disponibile'". Nella diffida era stato chiesto che il trailer venisse subito tolto dalla circolazione; che sparisse qualsiasi riferimento al vino abruzzese, altrimenti sarebbe partita la richiesta di danni; e che fosse sospesa la programmazione del film, prevista dal 19 dicembre.

"Esistono tutti gli strumenti tecnologici - conclude Nicodemi - per togliere dal film quella orribile battuta, che offende e distrugge il lavoro dei nostri vitivinicoltori. Staremo a vedere...".

In campo anche Coldiretti Abruzzo, che rimarca: "Una battuta infelice e fuori luogo, che nuoce gravemente all’immagine di una intera regione e dei tantissimi imprenditori che, con dedizione e lungimiranza, hanno lavorato negli ultimi venti anni per far emergere ed apprezzare le straordinarie potenzialità del settore vitivinicolo".

"Una battuta che, - viene aggiunto - a parte l’immediata ilarità, ha veramente poco di simpatico e offende il lavoro di tutti i vignaioli che hanno portato l’Abruzzo a identificarsi proprio con i suoi vini e con il Montepulciano in particolare. La storia di questa regione parla da sé e la qualità delle sue bottiglie viene confermata non solo dai numeri, costantemente in ascesa soprattutto nell’export,  ma anche dai numerosissimi riconoscimenti ottenuti negli ultimi anni a livello nazionale e internazionale. La battuta di De Sica risulta pertanto fuori luogo e altamente offensiva. Se l’obiettivo era creare attenzione sul suo nuovo film, sicuramente il comico ci è riuscito. Resta il fatto che il comparto più brillante e trainante dell’economia regionale è stato ingiustamente macchiato".

Sulla stessa linea anche Confartigianato. E sui social rivolta, con tanti post, non certo lusinghieri, pubblicati sul profilo dell'attore, mentre a livello istituzionale si è mosso il presidente della giunta regionale Marco Marsilio. Il sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, ha invitato il suo amico Christian a cancellare... "la battutaccia". 09 dic. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

SULL'ARGOMENTO LEGGI ANCHE

LEGGI SULL'ARGOMENTO

totale visualizzazioni: 28755

Condividi l'Articolo