A raccontare di quanto sia entusiasmante, e non sempre facile fare impresa dentro una società cooperativa, sono stati invitati a Fossacesia (Ch), per la quarta edizione de “Le Stelle della cooperazione”, i direttori delle Cantine Cva di Canicattì, Giovanni Greco, e di Valpolicella Negrar, Daniele Accordini.

La prima è una cantina sociale con 50 anni di storia alle spalle, nel cuore di una Sicilia millenaria. Sono invece 86 gli anni di attività della veneta Valpolicella Negrar. Dal Nero d’Avola all’Amarone, stimolati dalle domande dell’agronomo e giornalista Maurizio Gily, i  direttori hanno parlato del lavoro portato avanti all’interno di realtà leader della vitivinicoltura nazionale e del progetto, condiviso con Cantina Frentana, Wine-Net, Italian Co-Op Excellence, la rete che promuove l’eccellenza della cooperazione vitivinicola italiana e si propone di intercettare al meglio le opportunità che arrivano dal mercato. 

"Al quarto appuntamento il ciclo di incontro "Le stelle della cooperazione"  – ha spiegato il presidente di Cantina Frentana, Carlo Romanelli – rappresenta un importante momento di confronto per tutti i nostri soci". "Una stimolante occasione per riflettere sul nostro lavoro, per imparare a fare sempre meglio, - evidenzia invece Felice Di Biase, direttore commerciale di Cantina Frentana - ragionando sul ruolo della cooperazione in Abruzzo che per contare dovrà percorrere la  via della collaborazione, delle fusioni, delle aggregazioni che diventeranno strategiche per lo sviluppo dei mercati nuovi". Interviste ai protagonisti.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 667

Condividi l'Articolo