Olio, vino, pasta, pomodori e manicaretti. Gli chef abruzzesi pronti a conquistare Sanremo
GUARDA LE FOTO

Profumi e sapori della cucina d'Abruzzo sbarcano di nuovo nella città dei fiori, a Sanremo, in occasione del Festival della canzone Italiana, giunto quest'anno alla sua settantesima edizione e che si svolgerà dal 4 all'8 febbraio. Olio, vino, pasta, uova, i pomodori "come quelli fatti dalle nonne"... Un po' della nostra regione potrà essere gustato in Liguria durante la kermesse canora. 

E ieri sera, nella "Locanda dei tre sassi", a Vallevo', nel territorio di Rocca San Giovanni (Ch), tra una canzone ed un'esibizione e piatti marinari, sono stati presentati gli chef che formeranno la "spedizione". Erano presenti, per l'occasione, personaggi del mondo dello spettacolo, come il cantante Gianni Drudi, che ha composto “Tolo tolo” brano dell'omonimo film di Checco Zalone che sta avendo uno strepitoso successo; l'ex senatore Antonio Razzi che ha parlato del suo ultimo libro “Te lo dico da Nobel”; Pietro Ferrante, di Castel Frentano, che realizza gioielli per diversi vip; Enzo Longobardi, produttore e talent scout, patron del premio “Je so pazzo” intitolato a “Pino Daniele”.

Ai fornelli a Sanremo, con piatti della tradizione e rivisitazioni gourmet, ci saranno gli chef Rosalba Marte, calabrese d'origine ma che vive da tanti anni a Vasto (Ch); Adriano D'Ovidio, di Lanciano; Mariangela D'Aurizio, titolare di una pizzeria a Casalbordino (Ch); Antonio Argentieri, di Vasto (Ch) e la materana Piera Parisi. Prepareranno manicaretti e una cena di gala, con 250 ospiti, anche celebri, come la soprano Katia Ricciarelli, nell'ambito di "Casa Sanremo" che si svolge al Palafiori su iniziativa del conduttore tv Danilo Daita, che sarà coadiuvato da Massimiliano Brutti, regista e titolare di Abruzzolive.tv .  

"Pronti a conquistare anche i palati più esigenti con le nostre specialità, come pallotte cace e ove, paccheri al datterino Flagella, pizza e altre prelibatezze, tra cui i dolci”, ha detto Rosalba Marte. I prodotti che verranno usati sono stati messi a disposizione da varie aziende, tra le quali “Delizie d'Abruzzo”, “Jasci e Marchesani vini biologici”, “Ciro Flagella” con i suoi pomodori; Ranalli uova, Alberto Tiberio vini; Oleificio D'Ovidio, pastificio DelVerde; “La tavola dei briganti”, Caseificio Maggiore, la “Pasta di Stigliano”, “Decò”, “Natural catering”, “Gustò” alimenti, “Pizza Taxi”. E' stata anche l'occasione, con la presenza del sindaco Massimiliano Berghella, per presentare un cortometraggio sulla disabilità che sarà girato a Treglio.  

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

 
totale visualizzazioni: 1187

Condividi l'Articolo