Atessa. La Regione avvia la revoca delle autorizzazioni a Ciaf Ambiente

La Regione Abruzzo avvia la revoca delle autorizzazioni alla Ciaf Ambiente Srl, società in liquidazione.

L'impianto, in stato di abbandono e degrado, che si occupava dello stoccaggio e del trattamento chimico-fisico e termico di rifiuti speciali pericolosi e non, si trova in località Piazzano di Atessa (Ch) e l'ultima decisione della Regione, comunicata dal dirigente Franco Gerardini il 26 maggio scorso, conferma il procedimento di sospensione dei permessi già iniziato nel dicembre 2018. 

Nel 2006 fu teatro di un'inchiesta giudiziaria, con tanto di arresti, per traffico illecito di rifiuti. Nel 2018 la Eco Eridania Spa di Arenzano (Genova), che già in Val di Sangro aveva acquisito l'industria Maio.Com che si occupa del trattamento di rifiuti sanitari, con annesso termovalorizzatore e sterilizzatore, aveva avanzato l'idea di comprare e riattivare gli impianti. Poi a seguito di mobilitazione, partita dal Comune di Atessa e che ha coinvolto numerose associazioni e che è sfociata anche in una manifestazione popolare, con tanto di trattori, ha rinunciato.
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
 
totale visualizzazioni: 755

Condividi l'Articolo