Il primo ecopoarco d'Abruzzo sta nascendo a Lanciano. A firma di Ecolan Spa.

Ruspe e operai sono ancora al lavoro, nella definizione di sentieri e spazi verdi. "Un intervento - spiega Massimo Ranieri, presidente Ecolan, società che si occupa della raccolta dei rifiuti e dell'igiene urbana in decine di comuni della provincia di Chieti - del costo di circa 90 mila euro. Ci saranno un parco giochi tradizionale e uno per disabili, area fitness; una postazione per manutenzione bici con annessa area di ricarica per quelle elettriche; wi-fi gratuito e panchine multimediali per ricarica smartphone e tablet; illuminazione a basso consumo, videosorveglianaza e monitor per comunicazioni alla cittadinanza.

E poi postazioni per il conferimento di bottiglie di plastica e per l'olio esausto da cucina; distribuzione di buste per l'umido e di borracce in alluminio, cestini con apertura automatizzata, alimentati da pannello fotovoltaico. Trecento famiglie della zona avranno la possibilità di conferirvi rifiuti con buste codificate. "Chi porta le bottiglie di plastica - riprende Ranieri - può ricevere in cambio acqua naturale, anche frizzante o sapone liquido per lavastoviglie e lavatrice. Sarà tutto a baratto, senza circolazione di denaro". Un posto in cui salute e ambiente andranno a braccetto.

Ranieri, in conferenza stampa, presenti i consiglieri del Cda Assunta Iocco e Antonio Scutti, annuncia anche il finanziamento da parte della Regione di circa 200 mila euro per il progetto "Mare pulito" al porto di Ortona con la costituzione di un’associazione temporanea di scopo, con Ecolan capofila, quindi Comune di Ortona, imprenditori della pesca e Wwf. "I pescatori – viene detto - riporteranno a terra i rifiuti che trovano in mare, che saranno conferiti in ecobox; ci sarà anche un trituratore di polistirolo delle cassette del pesce per recuperale e riciclarle”.

Altra novità è il progetto europeo Life, comune capofila Lanciano, sul bacino del fiume Feltrino sul tema dell’ acqua, con particolare attenzione alla politica ambientali attraverso la bonifica dei siti contaminati. Infine Ecolan sta predisponendo progetti per centri raccolta nei comuni di Lanciano, Tollo, San Vito, Orsogna, Monteferrante, Lama dei Peligni e Atessa; giorni fa inaugurato quello di Guardiagrele.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 538

Condividi l'Articolo