A Treglio al via la Settimana internazionale dedicata all'affresco: artisti all'opera
GUARDA LE FOTO

Si veste d'arte Treglio (Ch) e lo fa da oggi fino al 9 luglio prossimo.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie per distributori e uffici

Apri

C'è infatti la 22esima edizione della Settimana internazionale dell’Affresco. A illustrarla, nella sala consiliare del Comune, la presidente dell’associazione "Treglio affresco", Antonella D’Addario; il sindaco Massimiliano Berghella; il vice sindaco Orlando Bellisario e il consigliere regionale Francesco Taglieri.

"La vicinanza delle istituzioni, di Comune e Regione, che con una legge ad hoc ci permette di essere qui, è per noi motivo di vanto e orgoglio - dice D’Addario -. Ringrazio pertanto chi, dopo tanti anni, continua a credere in noi sostenendoci, e gli artisti che, ancora una volta, contribuiranno ad abbellire il nostro borgo".

Saranno sei gli affreschi che saranno realizzati durante questa settimana e parleranno di vita nel bar, di Atena e l’olio, di musica, vita in emporio e giochi di piazza, feste di paese e di venditori ambulanti, ma anche del tempo e del suo scorrere inesorabile. Ed infine un affresco dedicato al Municipio. A realizzarli Giorgio Casarin, artista poliedrico, frescante performer, ha già un lavoro all'attivo; Giovanni Sogne, che arriva direttamente dalla provincia di Belluno, maestro frescante, autore e studioso di meridiane, specializzato in graffito affresco o sgraffio; Patrizia Gioia, di Roma, relatrice in workshop in tutto il mondo, appena rientrata dall’Australia; Fedora Blasco, insegnante di materie artistiche di Roma; Dina Dvdovenko, artista russa, nella vita illustratrice e frescante; Patrizia Ottaviani, romana, ha imparato la tecnica dell’affresco a Treglio dove ha deciso di tornare dopo 5 anni. Infine Nina Triggiani, anche lei artista romana, e l'allieva Giulia Fars.

Ad affiancare gli artisti, ci saranno poi Antonella D’Addario, Carmen Contartese e Mariangela Fars che, insieme Gabriella Bianco, originaria di San Vito.

"Investire sulla cultura vuol dire investire sul territorio - afferma Taglieri -. E con la legge regionale che tutela i paesi affrescati d’Abruzzo vogliamo fare proprio questo: stanziare risorse legati alle progettualità culturali".

"Vorrei che il paese diventasse un piccolo museo a cielo aperto nel mondo grazie agli affreschi, che sono la perla assoluta di questo territorio" rimarca Berghella.

La realizzazione delle opere avrà il suo culmine venerdì 8 luglio, dalle ore 18 quando, grazie alla collaborazione con la delegazione Fai di Lanciano e con l’associazione “Il convivio del pensiero critico”, si potrà partecipare ad una visita guidata e lasciarsi suggestionare dalle spiegazioni degli alunni della scuola secondaria dell’istituto comprensivo “Gabriele D’Annunzio” di Lanciano. 04 lug. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 770

Condividi l'Articolo