Torricella Peligna. Da Lerner a Veronesi: gli ospiti della XIV edizione del festival su Fante
GUARDA LE FOTO

Gad Lerner, Sandro Veronesi, Elena Stancanelli, Yvan Attal, e poi Luca Briasco, Eleonora Molisani, Simona Baldelli, Maura Chiulli: saranno questi gli ospiti del festival letterario “Il dio di mio padre” giunto alla XIV edizione che si svolgerà a Torricella Peligna (Ch) dal 22 al 25 agosto prossimi.

La manifestazione culturale, organizzata dal Comune e dedicata allo scrittore John Fante (1909-1983), il cui padre Nicola era un muratore originario proprio di questo piccolo paese abruzzese, vedrà  anche la presenza di Jim e Victoria Fante, figli dello scrittore. L’edizione di quest’anno celebrerà anche l’anniversario degli 80 anni dalla pubblicazione del romanzo “Chiedi alla polvere” di Fante e i 110 anni dalla sua nascita.

John Fante è “considerato oggi uno degli scrittori americani più importanti della sua generazione, alla stregua di Hemingway, Faulkner e Steinbeck”. Secondo Bukowski è “il narratore più maledetto d’America. La scrittura scarna e lineare, l’ironia tragicomica, l’uso dello slang urbano, l’autobiografismo esasperato, la reinterpretazione del disagio etnico e sociale delle classi subalterne, l’introspezione dei suoi personaggi simultaneamente eroi e antieroi ne fanno un autore inclassificabile. Spesso visto come capostipite degli scrittori italoamericani, padre del romanzo losangelino, John Fante è un indiscusso maestro per molti scrittori e artisti contemporanei”.

Tema di quest’anno: le migrazioni con apertura d’eccezione, ospite sarà infatti il giornalista Gad Lerner, giovedì 22 agosto alle 21.30 in piazza Unità d’Italia poi serata clou, venerdì 23 con il vincitore del “Premio John Fante Opera Prima 2019” che sarà scelto fra i tre finalisti: Emanuela Canepa, “L’animale femmina” (Einaudi editore), Sandro Frizziero, “Confessioni di un Neet” (Fazi editore), Daniele Mencarelli, “La casa degli sguardi” (Editrice Mondadori).

Durante la serata sarà consegnato anche il premio alla carriera allo scrittore Sandro Veronesi che terrà una lectio sul romanzo fantiano “Chiedi alla polvere”. Nella giornata saranno previsti, fra l’altro, incontri con il fumettista italiano Carmine Di Giandomenico che presenterà la graphic novel “Leone. Appunti di una vita” realizzata con Francesco Colafella (ManFont editore): è la storia del viaggio e della vita del bisnonno di Francesco Colafella, emigrato negli USA tra la fine del 1800 e la Seconda Guerra Mondiale.

Oltre agli incontri letterari sabato 24 agosto alle 21.30 ci sarà l’anteprima nazionale italiana del film “Mon chien stupid” del regista Yvan Attal, anche protagonista del film insieme a Charlotte Gainsbourg, film tratto dall’omonimo romanzo di John Fante, che uscirà nelle sale ad ottobre in Francia. Saranno presenti il regista e il produttore Vincent Roget.

Il Festival John Fante è diretto da Giovanna Di Lello.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Nelle foto i finalisti del concorso letterario dedicato a Fante

totale visualizzazioni: 584

Condividi l'Articolo