'Il Santo che scelse Fallascoso' è il titolo elequente dell'incontro che si è tenuto a Torricella Peligna (Ch), localita' montana a due passi dalla Majella, immersa tra i monti e sicuramente luogo perfetto per la meditazione e la preghiera.

L'evento organizzato dall'associazione "San Rinaldo" di Fallascoso, frazione di Torricella,  è cominciato  con una escursione verso la chiesa che il Santo eremita scelse, per poi proseguire con un convegno dal titolo "Eremitismo nella Valle Aventino". A fine serata è stata servita una cena medioevale, un percorso gastronomico alla scoperta dei sapori antichi, gli stessi piatti che probabilmente si consumavano nel Medioevo.

Interventi di Maria Carmela Ricci, che ha parlato dei monaci basiliani nella Valle dell'Aventino; Adele Garzarella e Francesca Larcinese, che si sono soffermati sul turismo sostenibile e i nuovi sviluppi per gli antichi culti; Antonio Altorio, che ha discusso di San Nicola Greco; Edoardo Micato, con riflessioni sugli aspetti tipologici dei romitori abruzzesi;  Aurelio Manzi, che ha illustrato L'alimentazione nel X secolo nella Valle dell'Aventino. Saluti istituzionali del sindaco di Torricella Peligna, Carmine Ficca.

A cura di Massimiliano Brutti

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 932

Condividi l'Articolo