'Ridevano tutti di me', una frase semplice, forse stupida ai molti, ma sicuramente di tutt'altro spessore per coloro che ogni giorno sono vittime di bullismo, una condizione psico-fisiologica dove le parole 'ridevano di me' diventano an'arma pericolosa. Questo il titolo della canzone di An To, cantautore di origini salernitane ma da anni residente a Montesilvano, dove la musica si mette a disposizione del sociale, per coloro che hanno bisogno. Il ricavato della vendita del cd contenete il brano 'Ridevano tutti di me' sarà destinato a finanziare progetti intenti a contrastare il bullismo. 

Antonio Tagliafierro, in arte An To, nasce a Salerno il 5 dicembre del 1979 e già da piccolo si appassiona notevolmente al canto, entrando a far parte del coro della sua parrocchia. Agli inizi degli anni ‘90 impara da autodidatta a suonare la chitarra e fonda il suo primo gruppo, “i Mantha”, esibendosi, come interprete, con cover degli anni ‘60/70 nei vari locali della sua città. Decide di perfezionare le sue doti canore e quelle di artista, frequentando diversi stage per cantautori e successivamente approccia con lo studio del canto, conseguendo un anno di canto lirico e due di canto moderno. Nel frattempo, stringe un’amicizia con il cantautore Giò Di Tonno con il quale scriverà la sua prima canzone “Ombra di te”, che lo vedrà vincitore di diversi concorsi e che lo vedra' conquistare la finale regionale dell’Accademia di Sanremo. A soli 19 anni parte per la Germania, dove si esibisce nei locali di Monaco. Nel 2003 vince il concorso “Voci nuove”, svoltosi a Verbania, con il brano “La tua isola”. Numerose le pubblicazioni e le canzoni uscite tra il 2008 e il 2019. Tra le tante collaborazioni importanti si ricordano il brano 'Inventami una bugia' del 2012, scelto come colonna sonora da Fabrizio Frizi per l'anteprima di Miss Italia andata in onda su Italia 1, e la canzone 'Io' uscita nel 2013 in collaborazione con Alessandro Canino.

A gennaio 2019 esce il singolo “Ridevano tutti di me”, cantato in coppia con un ragazzo autistico, Massimiliano Ciurlino, in arte Massi. Il brano, ispirato al vissuto adolescenziale del cantautore stesso, tratta un tema sociale molto importante come il bullismo e si propone come grido di denuncia e di rivincita per tutti i ragazzi che subiscono tali vessazioni psicofisiche. Il CD, totalmente autoprodotto, è disponibile online su tutti gli Store digitali (iTunes, Spotify, Amazon Music ecc.). Un progetto discografico, con la supervisione artistica di Maurizio Raimo della Raimoon Edizioni Musicali di Roma. Gli arrangiamenti del disco, sono curati da Fabio Torregrossa.

Massimiliano Brutti

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 562

Condividi l'Articolo