Lanciano. Lo scrittore Remo Rapino tra i finalisti del Premio Campiello. Attesa anche per lo Strega
GUARDA LE FOTO

In pole position... Lo scrittore Remo Rapino, di Lanciano (Ch), con il suo “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” è tra i cinque finalisti del Premio Campiello, tra i più prestigiosi d'Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

E' un altro prestigioso riconoscimento per il docente che, con lo stesso libro, edito dalla romana Minimum Fax, è anche tra i dodici semifinalisti, scelti dalla giuria degli Amici della domenica, della LXXIV edizione del Premio Strega 2020. E il 9 giugno si saprà se entrerà nella cinquina dei finalisti. 

Tutti pazzi per Liborio, dunque, per la sua storia di figlio sfortunato e solo e per "il cazzone di paese" in cui è ambientato il romanzo e in cui tutti gli dicono che è matto, ma lui lo sa da solo che è matto...

Nel 2017 è stata Donatella Di Pietrantonio, scrittrice di Arsita (L'Aquila), a vincere la 55esima edizione del Campiello con 'L'Arminuta' (Einaudi). 

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 1820

Condividi l'Articolo