Lanciano. Gli studenti del De Titta-Fermi bissano il successo teatrale al

Sono loro, gli alunni dell’Istituto “De Titta-Fermi” a vincere per il secondo anno consecutivo “Il Gerione XVa edizione della rassegna internazionale di Teatro Educativo di Campagna in provincia di Salerno. I ragazzi si sono aggiudicati il premio della Critica di esperti proponendo “La storia di Senait G. Mehari”, un adattamento teatrale del romanzo “Cuore di fuoco” di Mehari, scritto e diretto da Gabriele Tinari, attore-didatta del Teatro Possibile - Le Caltapie, di Lanciano (Ch).

Fuggire dalle terre natie, con lo spettro di un luogo diventato ostile e pericoloso: si questa falsariga narrativa è tracciata la storia drammatica e terribile, esperienziale di una bambina soldato in Eritrea negli anni Settanta durante la guerra con l'Etiopia.

Lo spettacolo, lavoro conclusivo di uno dei laboratori teatrali e musicali tenuti da Gabriele Tinari e Stefano di Matteo del “Teatro Possibile”, è stato ritenuto il migliore in assoluto tra partecipanti sia italiani che stranieri. 

Per l’Istituto “De Titta-Fermi” questo secondo successo è il giusto riconoscimento per una scommessa sull’offerta formativa che guarda sempre con occhio attento, didattico e umano, alla crescita formativa degli studenti.

Con l’insegnante Lina De Fidelibus referente del progetto teatrale, gli interpreti della piece sono stati, gli attori: Astrid Arrizza, Lorenza Cinicola Santoro, Chiara Pia Barone,  Luca Mattucci, Francesca Pauna, Sara Staniscia, Daniela Ucci. Il coro invece ra composto da Elvira Bedendo, Marta Cianelli, Miriana Cipolla, Claudia De Ritis, Elisa D'Ippolito, Francesca Drastaru, Giada Mammarella, Federica Pileggi.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 939

Condividi l'Articolo