Lanciano. A caccia dei luoghi della Divina Commedia tra i vicoli della città: concorso per le scuole

Si apre al mondo della scuola, quest'anno, il festival del cinema muto "Suoni&Visioni".

 Per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, infatti, all’interno della rassegna, l’associazione culturale "Overtones", con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Lanciano, propone il bando di concorso "Luoghi danteschi frentani" rivolto agli studenti delle medie inferiori e superiori dell’intero comprensorio frentano. I ragazzi sono invitati a raccontare i luoghi danteschi con foto e video da loro realizzati sul territorio della città di Lanciano.

"Speriamo che rispondano in tanti. - commenta Walter Gaeta, direttore artistico di "Suoni&Visioni" e ideatore del bando di concorso -. Abbiamo infatti provato a proporre un modo nuovo per scoprire spazi del nostro territorio che, in qualche modo, possano rappresentare le porzioni di spazi reali o astratti del viaggio narrato da Dante nella Divina Commedia".

 Per partecipare, come singolo, gruppo o classe, occorre prestare una foto o un video che abbia ad oggetto la città di Lanciano che possa rappresentare artisticamente un luogo della Divina Commedia. E' necessario presentare la propria opera entro e non oltre lunedì 14 giugno e la partecipazione è gratuita.

 A dare un voto alle foto ed ai video ci sarà la giuria presieduta dal fotografo Roberto Colacioppo che, insieme al video maker Enzo Testa e alla giornalista Martina Luciani, sceglierà le migliori opere. Ma al loro insindacabile giudizio, si aggiungeranno anche i like che foto e video raccoglieranno sulle pagine social, Facebook e Instagram di Suoni&Visioni, decisivi per decretare i vincitori.

 I primi tre classificati di entrambe le categorie saranno premiati in occasione della prima di "Suoni&Visioni", venerdì 23 luglio, nel Parco delle Arti Musicali, prima della proiezione del film “L’Inferno” (1911) diretta da Francesco Bertolini.

 Saranno proiettate le foto e i video vincitori e i ragazzi saranno premiati con una targa, un attestato di partecipazione e un abbonamento per l’ingresso al festival. Inoltre le opere vincitrici, insieme al materiale ritenuto più valido, saranno raccolte in un catalogo digitale per costruire un prodotto fruibile anche ai fini turistici e per valorizzare le componenti socio economiche del contesto urbano. A tal fine, il materiale verrà pubblicato sul sito del Comune di Lanciano e divulgato tramite i canali social dedicati.

Insomma, la Divina Commedia non è mai stata così giovane e interattiva! 16 mag. 2021

 @RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 333

Condividi l'Articolo