Coronavirus. In bus tra Lanciano e Villa Santa Maria per comprare e vendere droga: denunciato 52enne

In tempo di Covid-19 e di zone rosse e arancioni, con divieti di spostamento da un comune all'altro, riusciva a fare da spola tra Lanciano (Ch), dove ha la residenza, e Villa Santa Maria (Ch), dove è domiciliato. E così, stando alla ricostruzione delle forze dell'ordine, gestiva al meglio la compravendita messa su.

Ma ora i carabinieri della stazione di Villa Santa Maria, della compagnia di Atessa (Ch), lo hanno denunciato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Nei guai di D.F., 52 anni, che da un po' veniva tenuto sotto controllo, con pedinamenti e osservazioni, dato che era ritenuto "un possibile corriere di droghe leggere che riforniva la piazza di Villa". A causa delle restrizioni imposte dai Dpcm per il coronavirus, molti consumatori, impossibilitati a spostarsi nei vari comuni per acquistare dosi, si erano rivolti a lui che, sfruttando il fatto della residenza a Lanciano, riusciva facilmente a giustificare i suoi movimenti tra la città frentana e la Val di Sangro.

Per eludere i controlli stradali dei carabinieri, presenti sul territorio, e in particolare sulla Fondovalle Sangro, aveva iniziato a servirsi dei mezzi pubblici di linea per arrivare a Lanciano dove si riforniva di stupefacente. Ieri i militari hanno deciso di agire e dopo avere seguito il pullman di linea di rientro a Villa, una volta giunto in paese e sceso dal mezzo, hanno bloccato e controllato l'uomo.

Sottoposto a perquisizione personale, da sotto il giubbotto che indossava sono saltati fuori tre buste di cellophane sottovuoto contenenti marijuana, del peso di circa 160 grammi. La sostanza è finita sotto sequestro e lui è stato segnalato alla Procura di Lanciano.  12 dic. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 5104

Condividi l'Articolo