La Guardia costiera di Vasto ha sequestrato 180 chili di vongole presenti in un deposito, contenute dentro dei sacchi, privi della documentazione di tracciabilità del prodotto. Gli uomini dell'Ufficio circondariale marittimo, una volta accertata l’assenza della necessaria documentazione atta a garantire la genuinità del prodotto ittico, hanno sequestrato le vongole e hanno elevato una multa di  1.500 euro. Successivamente il veterinario della Asl ha verificato l'incommestibilità delle vongole e quindi l'intero quantitativo è stato destinato alla distruzione.

Al fine di evitare il consumo di pesce di dubbia e pericolosa provenienza, la Guardia costiera consiglia di verificare sempre l'etichettatura dei prodotti ittici, obbligatoria per legge, che permette all'acquirente di conoscere se si tratta di fresco o congelato, la zona ed il metodo di cattura, e altri dati utili per il consumo in piena sicurezza.
7 novembre 2018

 Stefano Suriani

 @RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 484

Condividi l'Articolo

Articoli correlati